Instagram: come bloccare i gruppi spam che ti aggiungono nei messaggi

Matteo Novelli

22 Febbraio 2021 - 12:16

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Vi aggiungono a gruppi su Instagram contenenti spam? Ecco come fare per bloccare l’aggiunta automatica e impedire a utenti sconosciuti di aggiungervi a chat di gruppo senza permesso.

Instagram: come bloccare i gruppi spam che ti aggiungono nei messaggi

Siete stati aggiunti a gruppi su Instagram che contengono chat di gruppo spam e non appropriate? Tranquilli, non siete i soli: di recente spamming e tentativi di phishing si moltiplicano su Instagram e vedono l’aggiunta a gruppi numerosi, dal contenuto vario, insieme ad altri utenti che non conosciamo. Ma come bloccarli?

Bloccare l’aggiunta automatica a questi gruppi su Instagram, che spesso nascondono truffe e tentativi di phishing, è semplice e spesso potreste anche non accorgervi di essere finiti in queste conversazioni (in quanto Instagram tende a separare questi messaggi da quelli ufficiali).

Donne provocanti in cerca di attenzioni, sedicenti aziende in cerca di ambassador, offerte da non perdere sull’ultimo iPhone: dietro questi gruppi si nasconde spesso un bot automatico entrato in possesso dei nostri dati e che, attraverso l’utilizzo di bot e account fake, procede all’invio automatico di messaggi e spam. Ecco cosa fare per porre rimedio a questo fenomeno che sembra essere sfuggito al controlli di Instagram.

Come bloccare l’aggiunta ai gruppi spam su Instagram

La storia è sempre la stessa: aprendo i Direct su Instagram ci si ritrova parte di gruppi e conversazioni con tantissimi utenti dominate da un unico messaggio principale, di varia natura, contenente sempre un link a un sito o portale semisconosciuto.


I tipici messaggi spam di gruppo che appaiono nelle caselle dei Direct

Se disponete di un normale profilo Instagram, aperto a tutti, ritrovarsi questi messaggi all’interno della propria casella Direct può essere scomodo e sconveniente. Si può tentare di arginare questo fenomeno scegliendo due opzioni:

  • impostare il profilo Instagram come “privato”: lucchettare il proprio profilo può risultare una scelta estrema destinata a non accontentare tutti, ma è senza dubbio un’ottima opzione che permette di filtrare questo tipo di gruppi spam. In questo modo i messaggi provenienti da utenti che non conosciamo o seguiamo vengono spostati in una casella che riporta questi messaggi solo se aperta (per farlo bisognerà toccare la voce richieste in celeste che appare in alto a destra).
  • impostare un profilo creator professionale: tutti i profili destinati ad aziende e creator sono dotati di un filtro aggiuntivo, attivabile attraverso le impostazioni di Instagram. Per farlo bisogna andare su Impostazioni -> Privacy -> Messaggi -> Consentire alle persone di aggiungerti ai gruppi -> Spostare la spunta da Tutti a Solo le persone che segui.

La seconda opzione resta la migliore per evitare i messaggi provenienti da gruppi che, in questo caso, non vedremo nemmeno nella sezione richieste e finiranno automaticamente eliminate.

Come segnalare messaggi spam a Instagram

Se continuate a ricevere messaggi non richiesti che hanno come unico obiettivo lo spam potete provare a segnalare il profilo che ha dato il via alla conversazione direttamente su Instagram.

Per farlo dovete procedere in questo modo:

  1. aprite la chat di gruppo dove siete stati aggiunti senza il vostro consenso;
  2. all’interno della finestra di conversazione cliccate in alto a destra sulla lettera “i”;
  3. in questa sezione avrete modo di vedere tutti i partecipanti inseriti nel gruppo;
  4. scorrete la lista fino a trovare il profilo indicato come “amministratore”;
  5. aprite il profilo e cliccate sui tre pallini in alto a destra;
  6. ai apriranno diverse opzioni, cliccate su “Segnala”;
  7. scegliete l’opzione “È spam/È inappropriato” a seconda del caso;
  8. specificate di che tipo di spam si tratta.

In questo modo Instagram raccoglierà le informazioni necessarie e provvederà ad effettuare i dovuti controlli, bloccandolo se necessario.

Argomenti

# App

Iscriviti alla newsletter

Money Stories