Incidente stradale: cosa fare quando succede

Incidente stradale: come comportarsi e non essere colti impreparati in caso di sinistro stradale.

Incidente stradale: cosa fare quando succede

Può capitare a tutti di essere coinvolti in un incidente stradale per propria distrazione o per colpa di altri guidatori.

Spesso in queste situazioni, presi dal panico, non si sa bene come procedere.
Quando in un incidente stradale vengono coinvolti due o più veicoli a motore per i quali sia obbligatoria la polizza RC auto, è bene sapere come attivarsi nei confronti della propria Compagnia di assicurazioni.

Dal 1° febbraio 2007, qualora si venga danneggiati in un incidente con altro veicolo, ci si dovrà rivolgere al proprio assicuratore per ottenere il risarcimento del danno eventualmente subito. Tale regola vale per i danni alle cose e al veicolo nonché in caso di lesioni non gravi al conducente.

La denuncia del sinistro
La prima cosa da fare, anche nel caso in cui si sia responsabili, o anche solo in via cautelativa, è adempiere all’obbligo di informare per iscritto (denuncia del sinistro) del fatto accaduto la propria Compagnia Assicuratrice o il soggetto delegato a trattare con la clientela.

La denuncia deve essere effettuata dai conducenti dei veicoli coinvolti nell’incidente o, se persone diverse, dai proprietari, entro 3 giorni dal verificarsi del sinistro o dall’avvenuta conoscenza dello stesso, salva previsione diversa nelle condizioni di contratto.

Il rispetto dei termini è determinante ai fini dell’ottenimento del risarcimento del danno subito; in mancanza o in caso di ritardo, l’assicuratore può ridurre il risarcimento, fornendo la prova della violazione degli obblighi da parte dell’assicurato.

Cosa succede se l’assicurato non rispetta gli obblighi dopo un incidente stradale
Sono possibili tre ipotesi diverse:

  • per colpa dell’assicurato, cioè per negligenza: l’assicuratore ha diritto di ridurre l’indennizzo a fronte del pregiudizio dovuto all’inerzia dell’assicurato. Egli deve però dimostrare sia il pregiudizio, sia che esso è dovuto a tale violazione;
  • per dolo dell’assicurato, cioè con la volontà di quest’ultimo che deliberatamente non si attiva; in tal caso l’assicuratore può rifiutarsi di pagare l’indennizzo. Spetta all’assicuratore l’onere di provare l’esistenza del dolo.
  • se l’assicurato non rispetta gli obblighi per una causa a lui non imputabile, in caso ad esempio di forza maggiore o per il fatto del terzo e in tal caso l’assicuratore è tenuto ad adempiere regolarmente la sua prestazione.

Quali sono le modalità previste per effettuare la denuncia
Vi sono diversi possibili modi per denunciare il sinistro e cioè:

  • andare di persona presso il proprio assicuratore
  • inviare lettera raccomandata con ricevuta di ritorno
  • avvalersi di eventuale servizio via internet
    La denuncia consente di accertare le modalità del sinistro ma è altresì un modo per richiedere il risarcimento del danno.
    Per effettuare la denuncia del sinistro è necessario compilare l’apposito modulo, il cui modello è approvato dall’ISVAP; si tratta del Cid o altrimenti detto Cai (constatazione amichevole di incidente)

Come compilare il CID dopo un incidente stradale
Nel caso si verifichi un incidente stradale, il modulo Cid è fondamentale e deve essere compilato correttamente ma talvolta non è chiaro come compilare gli svariati campi.
Il modulo viene fornito dalla propria compagnia ma può essere reperito anche tramite internet, in formato pdf.

Ogni automobilista ha il proprio modulo ma non è obbligatorio ad averne uno a disposizione. In caso di incidente basta averne a disposizione uno da parte di almeno uno dei conducenti. La compilazione corretta è fondamentale onde evitare di invalidarlo e compromettere il risarcimento del danno.

Qualora vi sia accordo tra le parti nella compilazione della constatazione amichevole e vi sia la firma di entrambi i conducenti, il rimborso da parte dell’assicurazione avverrà in tempi assai rapidi, solitamente entro soli 30 giorni. Inoltre non ci sarà bisogno di avvalersi della prestazione di un avvocato.
Se uno dei due conducenti non è d’accordo può evitare di firmare, ma deve compilare il modulo con i propri dati.

Nella parte relativa alle altre informazioni bisogna indicare un eventuale intervento delle autorità, che, qualora ci fossero dei feriti bisognerà sempre chiamare insieme all’ambulanza.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.