Il giallo Aramco: voci su stop all’Ipo del secolo, Riyadh smentisce con nota ufficiale

Non si è fatta attendere la smentita del governo saudita dopo l’indiscrezione circolata ieri sullo stop alla quotazione del gigante petrolifero Aramco. L’operazione si farà – dice Ryiadh – con modi e tempi adeguati

Il giallo Aramco: voci su stop all'Ipo del secolo, Riyadh smentisce con nota ufficiale

La più grande IPO di ogni tempo che vede protagonista l’azienda petrolifera saudita Saudi Aramco si farà? È il giallo di queste ultime ore scatenato dalle indiscrezioni rilanciate dall’agenzia di stampa Reuters secondo cui l’Arabia Saudita avrebbe sciolto il gruppo di consulenti finanziari che stava lavorando al progetto di IPO del gigante petrolifero.

Secondo le fonti rilanciate da Reuters, l’Arabia Saudita avrebbe preso la decisione di bloccare il processo di quotazione perché sta spostando la sua attenzione a una possibile acquisizione di una «quota strategica» nel produttore petrolchimico di Saudi Basic Industries Corp.

Il Governo di Riyadh si è affrettato a smentire queste indiscrezioni. La risposta è arrivata per bocca del Ministro dell’energia e presidente di Aramco Khalid al-Falih in un comunicato ufficiale affidato alla dalla Saudi Press Agency. L’Arabia Saudita rimane «impegnata nell’IPO di Saudi Aramco, in armonia con le circostanze appropriate e con la tempistica adeguata scelta dal governo», si legge nel comunicato.

In effetti nell’ultimo report annuale pubblicato questo mese lo stesso Khalid al-Falih aveva confermato i piani per la quotazione di Aramco entro il 2019, senza però dare indicazioni specifiche sulla tempistica.

La più grande IPO di tutti i tempi

La quotazione del gigante petrolifero saudita Aramco era stata annunciata nel 2016 dal principe ereditario Mohammed Bin Salman. L’operazione prevede il collocamento di una quota del 5% circa del capitale azionario della società e con una valutazione di base di oltre 2.000 miliardi di dollari costituirebbe la più grande IPO di ogni tempo.

L’operazione è stata fortemente voluta dal principe saudita in quanto è uno dei punti centrali del piano Saudi Vision 2030, ovvero un pacchetto di riforme economiche e sociali lanciato nel 2016 con l’ambizione di stimolare ma soprattutto diversificare l’economia saudita rendendola meno dipendente dal mercato petrolifero.

Aggiudicarsi la quotazione di Saudi Aramco darebbe lustro a qualsiasi listino internazionale. Per queesto motivo i governi di Regno Unito, Stati Uniti, Cina e Giappone da mesi tentano di promuovere i propri listini nazionali per la quotazione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Saudi Aramco

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.