ISEE assegno unico per i figli: quale per genitori separati?

Lorenzo Rubini

3 Febbraio 2022 - 19:09

condividi

Quale ISEE è necessario per la determinazione dell’assegno unico per i figli in caso di genitori separati o divorziati?

ISEE assegno unico per i figli: quale per genitori separati?

Per aver diritto all’intero importo spettante con l’assegno unico per i figli a carico è necessario avere un ISEE in corso di validità. Ed essendo l’ISEE 2021 scaduto il 31 dicembre, è necessario avere l’ISEE 2022. Si tratta di una certificazione che determina l’indicatore economico del nucleo familiare e nell’assegno unico diventa determinante per non ricevere l’importo base del beneficio, i 50 euro al mese per figlio spettanti a coloro che hanno indicatore superiore a 40mila euro (che viene riconosciuto anche in assenza di ISEE).

Rispondiamo alla domanda di un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno,
Con la presente vorrei avere informazioni in merito all’ISEE precompilato.
Sono un padre, separato legalmente dalla mia ex, e verso assegno di mantenimento mensile a mia figlia convivente con la mia ex.
Al fine di richiedere assegno unico figli a carico, chiedo:
Quale ISEE dovrei presentare o scegliere tra quelli precompilati?
La mia ex va indicata nell’ISEE
Come nucleo familiare, devo indicare mia figlia anche se non risiede a casa mia?
Grazie mille e buona giornata.”.

Quale ISEE per l’assegno unico?

Entrambi i genitori hanno diritto a presentare domanda di assegno unico per i figli, fermo restando che può essere presentata una sola domanda. La novità introdotta da questa nuova misura è che, però, i genitori possono decidere di ripartire la somma spettante al 50% ciascuno (o in alternativa, decidere di comune accordo, di destinarla al solo richiedente).

Al momento della domanda non deve essere allegato l’ISEE ma va dichiarato di essere in possesso di un indicatore in corso di validità. Questo perché sarà l’INPS a reperire l’ISEE di interesse nel calcolo dell’assegno.

Nel caso di genitori separati o divorziati come ci si deve comportare per l’ISEE? Come ben sappiamo quando c’è un provvedimento dell’autorità giudiziaria l’ex coniuge non viene più attratta nel nucleo familiare dei figli e, quindi, i due ex coniugi hanno ISEE distinto.

Il modello ISEE da presentare è quello ordinario perchè, come chiarisce anche l’INPS nelle sue FAQ «per i genitori separati non si applica l’ ISEE minorenni».

Nella determinazione dell’assegno unico, indipendentemente da quale dei due genitore presenterà domanda l’ISEE necessario a calcolare l’importo spettante è quello del nucleo familiare in cui sono presenti i figli per il quale la misura si richiede. Sul sito dell’INPS, infatti, si legge che «L’importo dell’Assegno unico e universale viene determinato in base all’ ISEE eventualmente presentato del nucleo familiare del figlio beneficiario, tenuto conto dell’età dei figli a carico e di numerosi altri elementi.»

Se a presentare domanda è lei, quindi, ma sua figlia vive con la mamma ed appartiene al nucleo familiare della mamma, l’ISEE necessario è quello, appunto, della mamma poiché è in quel nucleo familiare che l’INPS individuerà il codice fiscale di sua figlia (che dovrà indicare in sede di domanda di assegno unico).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it