Gualtieri e l’agenda economica: non solo Recovery Plan. Focus su ristori e debito

Violetta Silvestri

11 Gennaio 2021 - 11:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gualtieri lavora senza sosta per definire la bozza finale del Recovery Plan. Il tempo stringe e il Governo ha altre sfide economiche: come un nuovo scostamento di bilancio da 24 miliardi, come annunciato dal ministro.

Gualtieri e l'agenda economica: non solo Recovery Plan. Focus su ristori e debito

Recovery Plan, crisi di Governo, Renzi, Conte: queste sono le parole chiave dei concitati giorni di inizio 2021 per l’Italia.

In realtà, uno dei protagonisti più importanti della scena politica nazionale, che lavora incessantemente quasi nell’ombra mediatica, è il ministro dell’Economia.

Roberto Gualtieri continua a lanciare messaggi di cauta speranza sulla bozza del documento che sta mettendo in serio pericolo la tenuta del Governo. Modifiche importanti sulle voci di spesa sono state apportate. Ma le sfide economiche non sono finite: in arrivo un nuovo scostamento di bilancio e altri ristori.

L’agenda del Governo è fitta e complessa, parola di Gualtieri.

Il Recovery Plan secondo Gualtieri: il piano in bozza

Il dossier Recovery Plan sta scaldando il clima della maggioranza, mettendo in evidenza quanto complesso sia il documento che dovrà delineare come spendere i miliardi europei.

Sono diversi gli interventi di modifica apportati negli ultimi giorni, anche sulla spinta di ultimatum politici provenienti da Renzi e dal suo partito Italia Viva. Quale risultato si è raggiunto? Buono secondo il ministro Gualtieri, chiamato più di ogni altro a fare sintesi e a dare un equilibrio al progetto.

Da un’intervista a Il Corriere della Sera, il responsabile del Tesoro ha così illustrato l’ultima bozza del Recovery Plan:

“Sull’entità delle risorse a debito occorre salvaguardare la sostenibilità della finanza pubblica. Ma anche su questo punto – che è delicato – il dialogo e il confronto hanno consentito di ridurre la quota per i progetti in essere e di potenziare le risorse per i nuovi progetti del piano per oltre venti miliardi

Il ministro ha spiegato che verranno inclusi strumenti finanziari a leva , che serviranno a mobilitare capitale privati e a incidere con più forza sugli invetsimenti in ambiti cruciali quali: “politiche industriali per le filiere strategiche, servizi turistici e infrastrutture di ricettività, economia circolare, housing sociale

Il Recovery Plan aggiornato ha poi rafforzato settori considerati emblematici per il rilancio dell’Italia. Gualtieri li ha così elencati: ricerca, formazione, politiche attive del lavoro, infrastrutture sociali, turismo, cultura, donne, giovani e Mezzogiorno.

Sarebbero queste le imprescindibili priorità del progetto, con un avvertimento fondamentale: “la Commissione vuole pacchetti organici e coerenti di investimenti e riforme”.

Scostamento di bilancio: l’annuncio del ministro

L’agenda economica dei prossimi giorni è molto ricca e non riguarda soltanto la questione - urgente - del Recovery Plan. Gualtieri lo ha messo ben in evidenza:

“il Governo sarà chiamato ad altri interventi importanti: lo scostamento di bilancio e il nuovo decreto sui ristori. Sono indispensabili e urgenti, soprattutto alla luce della necessità di proseguire con le misure restrittive di contenimento della pandemia. Non vanno messi a rischio”

Si valutano altri 24 miliardi di euro di scostamento, dei quali 1 miliardo e mezzo sarà destinato alla campagna di vaccinazione secondo le parole del ministro. Con quali prospettive sul fronte debito pubblico? Queste le previsioni di Gualtieri, il quale auspica che questo in arrivo sia davvero l’ultimo scostamento:

“La previsione della legge di bilancio è di un deficit del 7% del PIL. Ad esso si dovrà aggiungere il costo del nuovo pacchetto di sostegno all’economia e l’impatto di un’eventuale revisione al ribasso della crescita. Tuttavia, allo stato attuale non c’è assolutamente motivo di prevedere un deficit a due cifre in rapporto al PIL.”

Le prossime settimane si preannunciano decisive a livello politico ed economico: l’agenda è ricca e da essa dipende il futuro dell’Italia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories