Guadagnare con vecchi cellulari: i modelli che valgono di più

Matteo Novelli

23 Marzo 2020 - 17:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quanto valgono i vecchi cellulari: dal Nokia 3310 al primo iPhone, ecco i modelli rari con cui guadagnare migliaia di euro.

Guadagnare con vecchi cellulari: i modelli che valgono di più

È davvero possibile guadagnare con i vecchi telefoni cellulari? In molti li possiedono, magari chiusi nel cassetto: ma quanto valgono? Alcuni modelli ormai datati possono avere un valore fino a 1.000 euro, secondo alcune stime.

Oggi guadagnare vendendo oggetti vintage è possibile, come testimonia la popolarità di siti e piattaforme dedicate alla compra-vendita tra privati. Il collezionismo “classico” infatti, oltre a vino, automobili e monete (leggi anche Euro rari: ecco le monete di valore in €) si è aperto anche agli oggetti di design, e ovviamente anche ai cellulari.

Questi recenti reperti storici infatti, inaspettatamente, possono valere una piccola fortuna, sia per la rarità dei pezzi sia per il valore soggettivo che il collezionista attribuisce all’oggetto, simulacro della comunicazione prima del 3G.

Vediamo quali modelli di telefonini sono i più ricercati sul mercato del vintage, e sopratutto, quanto valgono.

Guadagnare con i vecchi cellulari: i modelli più rari e di valore

Alcuni vecchi telefoni valgono una vera e propria fortuna se paragonati con il loro prezzo d’acquisto al tempo dell’uscita sul mercato. Tra questi troviamo modelli di diverse epoche e diversi marchi, accomunati dall’obsolescenza programmata e da un crescente valore economico. Ecco i modelli di cellulari più valutati dai collezionisti:

Nokia 3310

Iconico e indimenticabile e per molti anche indistruttibile. Il Nokia 3310 fu realizzato nel 2000 e resta ancora oggi una vera e propria icona della telefonia mobile, per design e per l’indimenticabile gioco Snake, al suo interno. Si tratta di un modello molto ricercato, il cui prezzo varia tra i 30/40 euro fino a 130 euro.

Mobira Senator

Sempre nato dalla casa Nokia, Mobira Senator è decisamente più ingombrante del fratello 3310, e più simile ai radioricevitori della seconda guerra mondiale. Nato nel 1981, oggi vale all’incirca 1.000 euro.

Ericsson T28

Il primo telefono cellulare con batteria a polimeri di litio, caratterizzato dall’iconico schermo verde e dal classico sportellino richiudibile sui tasti. Nato nel 1999 si è aggiudicato per tre anni di seguito il primato di telefono cellulare più leggero sul mercato. Il prezzo di vendita oggi si aggira sui 100 euro in su.

iPhone 2G

Il primo smartphone di casa Apple, antenato dei più recenti modelli (anche loro tra i più costosi sul mercato, leggi i 10 cellulari più costosi) è un vero e proprio must have tra i collezionisti, nonostante la sua giovane età. Il valore sul mercato varia dai 300 euro ai 1.000 euro.

Nokia 9000 Communicator

Uscito nel 1996 facendo scalpore per il suo unico design futuristico. Apribile come un computer portatile, rivelava una tastiera completa e uno schermo gigante (per l’epoca). In base alle condizioni in cui è venduto, un modello in ottimo stato può essere venduto anche a 500 euro.

Nokia E90 Communicator

Simile al modello 9000 Communicator ma con schermo a colori, un Nokia E90 è vendibile anche a 499 euro (e c’è qualcuno che lo ha acquistato a quella cifra nel 2018).

Motorola DynaTAC 8000x

Il Motorola DynaTAC fu il primo telefono GSM al mondo, di cui vennero venduti 300 mila modelli. Ideato da Martin Cooper nel 1973 arriva sul mercato solo nel 1984, diventando un cult. Il suo prezzo oggi si aggira oltre i 1.000 euro.

Leggi anche Diventare ricchi con le videocassette Disney: quanto valgono?

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories