Il green pass obbligatorio per trasporti e scuola è sbagliato: il risultato del sondaggio

Alessandro Cipolla

2 Settembre 2021 - 13:47

condividi

Per il 55% dei rispondenti le nuove misure sul green pass decise dal Governo in materia di trasporti e scuola sono sbagliate: questo è il risultato del sondaggio lanciato da Money.it.

Il green pass obbligatorio per trasporti e scuola è sbagliato: il risultato del sondaggio

Il green pass obbligatorio per trasporti e scuola è sbagliato Questo è il responso del sondaggio lanciato da Money.it alla luce delle novità appena entrate in vigore, mentre in tutta Italia montano le proteste dei no-vax che hanno minacciato il blocco dei treni nelle stazioni ferroviarie e sit-in davanti al Parlamento.

Un malumore che emerge anche dal sondaggio, che ricordiamo non ha valore scientifico ma soltanto indicativo non essendo realizzato a campione, visto che il 55% dei rispondenti si è detto contrario a questa stretta in materia di green pass.

Come deciso nel decreto approvato dal CdM lo scorso 22 luglio, dal 1° settembre sono scattate le ulteriori misure restrittive decise dal Governo che allargano il perimetro del green pass.

Via libera così all’obbligo della certificazione per insegnanti, personale scolastico e studenti universitari, mentre senza green pass non si potrà salire a bordo di aerei, navi, traghetti oltre a treni e autobus a lunga percorrenza.

Green pass scuola e trasporti: il sondaggio

Quando in piena estate il Governo ha deliberato per una stretta in materia di green pass, il tutto per spronare i cittadini a vaccinarsi contro il Covid ed evitare possibili nuove chiusure, sono stati previsti due step per l’entrata in vigore delle misure.

Il primo giro di vite è scattato così lo scorso 6 agosto, mentre dal 1° settembre sono in vigore le restrizioni per quanto riguarda il settore della scuola e dei trasporti: nel secondo caso, lo slittamento è stato dovuto al cercare di salvaguardare la stagione turistica.

La decisione è stata avallata dalla quasi totalità della maggioranza, con soltanto alcuni esponenti della Lega che si sono detti contrari alla stretta tanto da partecipare a diverse manifestazioni di piazza.

Il green pass è un grave errore - ha commentato a fine luglio il deputato del Carroccio Claudio Borghi - A questo punto, una proposta di obbligo vaccinale generale, qualunque esso sia, perché sinceramente lo trovo più onesto anche se non lo voterei mai”.

Con anche Giorgia Meloni che si è scagliata contro la stretta in materia di green pass “è una misura inefficace ed economicida”, il Governo appare intenzionato comunque a introdurre ulteriori restrizioni se la situazione sanitaria non dovesse migliorare: in autunno l’obbligo potrebbe scattare anche per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Guardando i risultati sondaggio, i lettori di Money.it appaiono sostanzialmente divisi sul tema del green pass, anche se la maggioranza si è detta contraria a queste nuove norme che investono il settore dei trasporti e quello della scuola.

Argomenti

# Scuola

Iscriviti a Money.it