Green pass obbligatorio fino all’estate 2022: un governo ci pensa

Martino Grassi

30 Settembre 2021 - 15:26

condividi

Fino a quando sarà obbligatorio il green pass? Il governo francese sta valutando di estenderlo almeno fino all’estate 2022 seguendo il principio della prudenza.

Green pass obbligatorio fino all'estate 2022: un governo ci pensa

Il green pass potrebbe continuare a essere obbligatorio fino alla prossima estate 2022. È questa l’ipotesi che sta valutando la Francia per evitare una nuova recrudescenza del virus nel Paese, secondo quanto affermato dal portavoce dell’esecutivo, Gabriel Attal.

Il disegno di legge sul quale si sta lavorando sarà presentato il prossimo 13 ottobre al Consiglio dei ministri, intanto per il momento, l’obbligo del green pass è stato esteso anche ai ragazzi dai 12 ai 17 anni, per i quali la vaccinazione è stata aperta solamente dal mese di giugno.

Green pass obbligatorio fino all’estate 2022: l’ipotesi

Secondo le ultime indiscrezioni rilasciate dal portavoce del governo francese, pare che l’Eliseo voglia mantenere “la possibilità di fare ricorso” al certificato verde almeno fino all’estate del prossimo anno.

Al momento, ha continuato ancora Attal “abbiamo motivi per essere ottimisti” dato che pare che la Francia si stia avviando verso la fine della quarta ondata di Covid-19, come dimostra la diminuzione “del 23% in una settimana” dei nuovi contagi, tuttavia “gli ultimi 18 mesi ci hanno mostrato che bisogna essere prudenti. Servono strumenti ancora per molti mesi in modo da poter ricorrere, se necessario, a mezzi per proteggere i francesi. A oggi il provvedimento che impone l’obbligo del green pass in Francia resterà in vigore fino al 15 novembre, ma appare sempre più evidente la volontà del governo di rinnovarlo.

Green pass obbligatorio dai 12 anni in poi

A partire da oggi anche gli adolescenti francesi dovranno essere in possesso del green pass per accedere a numerose attività, così come sta accadendo da diverse settimane per gli adulti. In sostanza, tutte le persone con più di 12 anni, ossia la platea avente diritto al vaccino, dovrà essere in possesso del certificato verde per mangiare nei ristoranti, salire sui treni, andare al cinema o in piscina.

L’autorizzazione alla somministrazione del vaccino alle persone dai 12 ai 17 anni in Francia è arrivata soltanto da giugno, ma al momento già i due terzi dei giovani hanno ricevuto entrambe le iniezioni del siero, contro l’87% del resto della popolazione. Intanto dal prossimo lunedì nei dipartimenti in cui si registra un tasso di incidenza inferiore ai 50 casi ogni 100.000 abitanti la mascherina nelle scuole elementari non sarà più obbligatoria.

Argomenti

Iscriviti a Money.it