Green pass base e rafforzato: cosa cambia per lavoratori e clienti

Giorgia Bonamoneta

05/01/2022

05/01/2022 - 22:43

condividi

È stato approvato il nuovo decreto per le misure di contenimento del virus. Il green pass (di base e rafforzato) diventa obbligatorio per alcune categorie e attività. Vediamo quali sono.

Green pass base e rafforzato: cosa cambia per lavoratori e clienti

Il super green pass diventerà obbligatorio per un maggior numero di persone, così come la certificazione base verrà richiesta in molti più settori.

Questa è una delle novità previste dal nuovo decreto atteso e discusso a lungo oggi (5 gennaio 2022), a Palazzo Chigi, dove si è tenuta la riunione del Consiglio dei ministri per definire le misure per il contenimento della pandemia di Covid.

C’era da aspettarselo, infatti il nuovo decreto si è reso necessario da quando, ormai prima delle festività natalizie, il numero dei contagi ha cominciato a risalire. La curva epidemiologica in questo momento fa segnare un’impennata nei numeri. Il bollettino di oggi segnala che i casi positivi hanno toccato la quota di 189.109. Aumentano anche i numeri dei decessi (231 in 24 ore) e dei ricoveri in terapia intensiva e in area non critica.

Cerchiamo di fare il punto delle novità descritte all’interno del nuovo decreto e quali saranno i settori nei quali verrà esteso l’obbligo di possesso di super green pass, cioè di avvenuta guarigione dal Covid-19 o completamento del ciclo vaccinale.

Super green pass obbligatorio per i lavoratori: quali settori coinvolti e chi

La linea che tiene unito il nuovo decreto è chiara: bisogna vaccinarsi e il prima possibile. È posta particolare attenzione alla fascia d’età degli Over 50 che, per andare a lavoro, dovranno esibire il super green pass.

Le nuove regole entreranno in vigore il 15 febbraio, giorno nel quale gli Over 50 potranno andare a lavoro solo se hanno completato il ciclo vaccinale o se sono guariti dal Covid-19. Tale regola vale per tutti, sia dipendenti pubblici che privati, compresi i settori in ambito giudiziario e i magistrati.

Mentre per gli Over 50 che non lavorano? Per tutti i cittadini Over 50 che non lavorano, scatterà comunque un obbligo, quello di vaccinazione.

Green pass base per accedere dal parrucchiere e negli uffici

Accanto alle nuove regole per i lavoratori pubblici e privati con più di 50 anni, attive dal 15 febbraio (compreso), sono state aggiunte norme per regolare l’ingresso dei clienti in alcune attività, dove il contatto è più diretto e in determinati uffici. Vediamo quali.

Si discuteva della possibilità di estendere l’obbligo di super green pass per tutti i clienti delle attività estetiche e per gli uffici pubblici, postali e bancari. Ma parte della maggioranza si è messa di traverso ed è saltata la proposta.

Si percorre invece una strada già nota, quella dell’estensione dell’utilizzo del green pass di base, cioè quello che si ottiene anche solo con un tampone negativo. Rimangono invece attive tutte le regole per l’utilizzo del super green pass presenti nei precedenti decreti: in questa guida (aggiornato all’occorrenza) tutto ciò che c’è da sapere sull’utilizzo della certificazione verde e dove.

L’estensione del green pass di base scatterà a partire dal 20 gennaio per diversi servizi alla persona, mentre le date per gli uffici pubblici sono scaglionate per permetterne l’organizzazione. In ogni caso le nuove regole resteranno attive fino al 31 marzo, scadenza dello stato di emergenza.

Dove servirà il green pass base? Ecco cosa è stato approvato nel decreto del 5 gennaio 2022:

  • dal 20 gennaio servizi alla persona;
  • dal 1° febbraio pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali, fatte salve quelle necessarie per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona, individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della salute, d’intesa con il Ministro dello sviluppo economico e della pubblica amministrazione, da adottarsi entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione.

Rimane invece libero l’ingresso nei supermercati e i negozi di alimentari di qualsiasi grandezza e nelle farmacie. I lavoratori di questi settori, a patto che non abbiano superato i 50 anni, non saranno obbligati a presentare il green pass di base.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it