Commodities: prezzo del grano in ribasso, massima volatilità sulla soia

Lorenzo Monti

18 Settembre 2015 - 11:33

condividi

I futures sul grano negli Stati Uniti sono scesi mercoledì a causa dei timori sulla domanda, mentre la soia presenta forti saliscendi. Analisi grafica intraday.

I prezzi del grano hanno registrato un forte calo nelle ultime sedute: nelle grandi coltivazioni statunitensi infatti gli agricoltori hanno iniziato a piantare la raccolta invernale di grano, spinti dal clima favorevole di questi giorni, con numerose e abbondanti piogge.

Pressioni al ribasso sul prezzo del grano
Le prospettive ottimistiche per la semina del frumento avvengono in un momento in cui la preoccupazione per la domanda di forniture di grano nei confronti degli Stati Uniti è molto forte: l’apprezzamento del dollaro rende il frumento domestico meno attraente per i compratori stranieri che sono in grado di reperirlo a condizioni più economiche dai produttori concorrenti in Europa e la regione del Mar Nero.

Le preoccupazioni che le scorte statunitensi potrebbero arrivare ad oltre 900 milioni di bushel entro la fine della campagna di produzione del prossimo agosto, facendo registrare la cifra più alta a livello di inventario negli ultimi anni, hanno pesato sul ribasso dei prezzi del grano, dicono gli analisti.

Volatilità massima sui soybeans futures
Il prezzo della soia ha tenuto molto meglio rispetto a quelli del grano, sostenuti dai segnali di miglioramento della domanda e dai dati del governo in cui si mostra un aumento nel numero di acri che gli agricoltori degli Stati Uniti non hanno potuto coltivare quest’anno, suggerendo un raccolto più basso quest’anno negli States.

Nel rapporto mensile pubblicato mercoledì, la FSA (Service Agency Farm) ed il ministero dell’agricoltura degli Stati Uniti (USDA), che raccoglie i dati dei coltivatori coinvolti nei programmi agricoli di sovvenzioni federali, hanno dichiarato che le condizioni meteorologiche avverse per la coltivazione della soia hanno impedito ai produttori nazionali la semina di 2,22 milioni di acri di soia, dato superiore al 2,17 milioni segnalati ad agosto.

Il ministero dell’agricoltura statunitense ha anche affermato che gli esportatori privati presentano una domanda di 184.500 tonnellate di semi di soia da parte della Cina durante la stagione 2015-16. Le preoccupazione per la domanda hanno recentemente pesato sui prezzi per i semi oleosi, e gli analisti hanno constatato che sebbene le vendite in Cina abbiano dimensioni massicce, le preoccupazioni sulla domanda globale di soia non sono pienamente risolte.

Commodities, frumento e soia: analisi grafica intraday
Il frumento attualmente viene scambiato a 486$ in rialzo dello 0,81%. Il principale supporto è individuato a 483$; in caso di rialzo il livello di attenzione deve essere posto alla resistenza individuata a 505,30$.

In questo momento la soia è quotata 883,50$ con resistenza principale individuata al 890,49 $; in caso di rottura di questo livello, focus a 894,30$ massimo del 15 settembre. In caso di ribasso, il supporto è individuato a 879,23$.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.