Governo tecnico, di scopo e istituzionale: cosa sono?

Ora che la crisi di Governo è in atto, si torna a parlare di Governo tecnico, di scopo e istituzionale. Ma cosa sono esattamente? Ecco tutti i dettagli.

Governo tecnico, di scopo e istituzionale: cosa sono?

Governo tecnico, di scopo e istituzionale, sono termini che in questi giorni ricorrono spesso. Infatti, la crisi di Governo in atto, spinge a pensare a soluzioni alternative per proseguire con l’ordinaria amministrazione degli affari dell’esecutivo, nell’attesa delle nuove elezioni politiche.

Anche se spesso vengono confusi tra loro, Governo tecnico, di scopo e istituzionale sono soluzioni diverse, ma tutte hanno la caratteristica di essere eccezionali e temporanei.

In questo articolo cercheremo di spiegare in modo semplice quali sono le principali differenze tra le tre tipologie di Governo cui si potrebbe optare per risolvere la crisi e traghettare il Paese fino alle prossime elezioni politiche.

Governo tecnico, cos’è e quando serve

Di Governo tecnico se ne è sentito parlare molto spesso, sempre in momenti di crisi economica o istituzionale, come in questo periodo. Ma cos’è esattamente un Governo tecnico?

Facciamo chiarezza. Come dice il nome stesso, per Governo tecnico di intende l’esecutivo formato non da esponenti dei partiti politici ma da esperti con particolari competenze in materia economica. La caratteristica principale del Governo tecnico è che è super partes, ovvero al di sopra delle questioni politiche e della volontà dei partiti. I “tecnici” incaricati, infatti, vengono selezionati in base alle loro competenze e non per le idee politiche di cui sono portatori.

Vi sono diverse circostanze in cui il Governo tecnico si rivela necessario: ad esempio in caso di una grave crisi economica, come quello di Mario Monti del 2011, o quando la maggioranza politica non è così forte da trovare un accordo per la formazione del Consiglio dei Ministri.

Governo istituzionale, cos’è e cosa significa

Il Governo istituzionale, invece, nasce su impulso del Presidente della Repubblica, e viene istituito quando viene meno la maggioranza necessaria a formare la squadra dei Ministri. Generalmente, il Governo istituzionale interviene quando è in corso una crisi che investe tutto il Paese, economica, sociale o politica.

Anche questa tipologia di Governo ha una durata limitata in vista dell’indizione delle elezioni politiche.

In genere, il Presidente della Repubblica si rivolge a figure istituzionali di primo livello, come il Presidente della Camera e del Senato, il quale andrà a ricoprire momentaneamente la carica di Premier.

Si tratta comunque di un Governo con poteri circoscritti all’ordinaria amministrazione, in attesa di una maggioranza politica stabile che sia capace di portare a termine un mandato di Governo di 5 anni.

Governo di scopo, cos’è e come funziona

Quando la normale procedura di formazione di Governo appare troppo complessa, altra ipotesi per risolvere la crisi in atto è il c.d. Governo di scopo, espressione tipica del gergo parlamentare.

Per Governo di scopo si intende un esecutivo di breve durata, finalizzato a portare a termine dei provvedimenti urgenti e indispensabili al Paese, ad esempio l’approvazione di una nuova legge elettorale prima della fine della legislatura, necessaria a formare un nuovo esecutivo.

Il Governo di scopo è frutto dell’accordo, non sempre facile da trovare, tra le forze di maggioranza e i partiti di opposizione. Questi governi entrano in gioco in momenti di crisi, in cui la maggioranza politica non è abbastanza consolidata per formare un Consiglio dei Ministri che sia in grado di governare per 5 anni.

Spesso, il Governo di scopo viene assimilato al Governo tecnico. Tuttavia tra queste due tipologie vi è una differenza fondamentale: quello di scopo è un Governo politico, quello tecnico, invece, è formato da personalità con particolari competenze economiche e tecniche, ed è essenzialmente apartitico.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Crisi di Governo

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.