Google: come trovare una canzone fischiando e canticchiando

Google come Shazam? Meglio. Ora si può trovare il titolo di una canzone fischiettando o canticchiando il motivetto: ecco come funziona.

Google: come trovare una canzone fischiando e canticchiando

Google supera Shazam: ora è possibile trovare il titolo di una canzone semplicemente fischiando o canticchiando il motivo del ritornello che ricordate (e che non vi esce dalla testa). Cercare il titolo di una canzone a lungo ricercata adesso è più semplice che mai: ma come funziona e come usare questa nuova funzione?

La novità risponde al nome di “Hum to Search” (letteralmente canticchiare per cercare) e permette di riprodurre il verso di una canzone di cui non si conosce il titolo (si può fischiare o cantare anche poche parole che ricordiamo, persino quelle non esatte) per farla riconoscere a Google che, dopo pochi secondi, la troverà nei meandri del web.

Titolo e artista di una canzone ascoltata per caso non saranno più un mistero: ecco come fare per trovare un brano sconosciuto con la nuova funzione.

Hum to Search: come trovare le canzoni su Google canticchiando e fischiando

Google ha introdotto la novità attraverso un video ufficiale che ci permette anche di capire meglio come funziona la ricerca dei brani attraverso il fischiettio e il canticchiare:

Sarà capitato a tutti prima o poi di chiedere a un amico il titolo di quella canzone che fa “nananana”, cercando di imitarne il più possibile il motivetto. Ora quell’amico è Google: la funzione è disponibile per il momento solo su Android (ma è in arrivo anche su iOS) e si attiva attraversi il motore di ricerca.

Cosa bisogna fare? Basta aprire l’app del motore di ricerca, fare tap sull’icona del microfono e selezionare l’opzione “Cerca un brano”. A questo punto scatta il divertimento: Google sarà in grado di riconoscere la canzone ricercata semplicemente attraverso il fischiettio o il canticchio dell’utente (pur facendolo per almeno 10/15 secondi).

L’intelligenza artificiale unita alla ricerca incrociata dell’algoritmo di Google permetterà di ottenere una serie di risultati con i brani più simili al motivetto espresso dall’utente, con tanto di percentuali di attitudine del brano.

Tutto grazie al machine learning di Google: la tecnologia in questione è stata migliorata e perfezionata proprio per riconoscere le canzoni attraverso il fischiettio e il canto umano. Provare per credere.

Argomenti:

Android Google App

Iscriviti alla newsletter

Money Stories