In Germania brusca frenata dell’ottimismo: cosa significa?

Violetta Silvestri

26 Luglio 2021 - 11:47

condividi

A sorpresa la Germania ha sfoderato un calo dell’ottimismo tra le aziende: il sentiment per il prossimi mesi peggiora. Cosa significa per la ripresa della potenza e di tutta l’Europa?

In Germania brusca frenata dell'ottimismo: cosa significa?

Notizie poco confortanti dalla Germania: l’indice di fiducia delle aziende crolla a sorpresa, mancando ogni previsione.

Il peggioramento del sentiment nella potenza europea è un chiaro avvertimento per tutto il vecchio continente: la ripresa vacilla.

Cosa significa la brusca frenata dell’ottimismo sulla ripresa in Germania?

Germania: fiducia in calo per i prossimi mesi

Il sentimento delle imprese tedesche è peggiorato a luglio a causa di un aumento dei contagi con variante Delta e dei problemi di fornitura delle materie prime, mancando le previsioni per un aumento.

L’indice Ifo del clima aziendale si è attestato a 100,8 punti a luglio rispetto ai 101,7 punti registrati a giugno. La lettura ha mancato una previsione degli economisti intervistati dal Wall Street Journal, che si aspettavano un aumento a 102,5.

“I colli di bottiglia dell’offerta e le preoccupazioni per i nuovi numeri di infezione in aumento stanno pesando sull’economia tedesca”, secondo Clemens Fuest, presidente dell’istituto Ifo.

Le aziende hanno valutato come lievemente migliore la loro attuale situazione aziendale, ma le aspettative per i prossimi mesi sono nettamente peggiorate, scendendo a 101,2 da 103,7 di giugno, quando ha raggiunto il livello più alto in quasi tre anni.

Non solo, l’impatto delle devastanti inondazioni nella parte occidentale della Germania è ancora sconosciuto e potrebbe offuscare ancora di più lo scenario.

Un sondaggio, intanto, ha mostrato che le aziende tedesche sono preoccupate per la carenza di materie prime, i ritardi nelle consegne e l’aumento dei costi. Una combinazione di rapidi rimbalzi economici e persistenti vincoli di approvvigionamento in tutto il mondo ha schiacciato più settori, con i semiconduttori in evidente scarsità.

Daimler ha tagliato la sua stima per le vendite quest’anno presso la sua unità Mercedes Benz a causa della carenza di chip. Il capo di Volkswagen in Cina ha affermato che le consegne a luglio saranno ancora influenzate da strozzature nelle forniture.

D’altronde, la stessa BCE ha messo in guardia l’Eurozona dall’ombra variante Delta. E i dati della Germania sono, da sempre, un segnale per tutto il continente.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.