Soros compra Tesla (e non solo) mentre snobba Twitter e Facebook

George Soros ha comprato obbligazioni Tesla per 35 milioni di dollari. Il suo fondo punta forte anche su Netflix, Amazon e Alphabet, ma snobba Facebook e Twitter.

Soros compra Tesla (e non solo) mentre snobba Twitter e Facebook

La società di investimento di George Soros, la Soros Fund Management, ha acquistato una grande quantità di obbligazioni convertibili Tesla nel primo trimestre del 2018, concedendo un importante sostegno all’azienda produttrice di auto elettriche della Silicon Valley, piuttosto sotto pressione al momento.

La Soros Fund Management ha comprato le suddette obbligazioni Tesla per un valore complessivo di 35 milioni di dollari; si tratta di bond convertibili in un numero specifico di azioni ordinarie, secondo quanto indicato in un rapporto della SEC pubblicato martedì. Il prestito obbligazionario scadrà a marzo 2019.

Tesla: la situazione attuale della società di Elon Musk

Tesla ha avuto un inizio anno difficile. La società ha dovuto affrontare grossi problemi di produzione con la sua Model 3 destinata al mercato di massa e ha riorganizzato i vertici aziendali, mentre il CEO Elon Musk è stato oggetto di pesanti critiche dopo che ha respinto le domande degli analisti relative alle perdite della società, definendole “noiose” .

La raccolta di risorse a titolo di debito ha rappresentato un grande elemento di sostegno e di finanziamento per Tesla. Lo scorso anno la società ha raccolto 1,8 miliardi nella sua prima offerta di bond spazzatura ad alto rendimento.
Diversi analisti suggeriscono che l’azienda avrebbe bisogno di raccogliere più fondi per mandare avanti la produzione.

Attualmente il sentiment degli investitori nei confronti di Tesla è contrastante. Le azioni societarie hanno perso il 9% dall’inizio anno ad oggi, mentre alla fine di marzo gli operatori hanno iniziato a scommettere pesantemente contro le obbligazioni Tesla.

Il documento della Commissione non ha parlato dei motivi che hanno spinto George Soros a comprare ma si è limitato soltanto a fornire una panoramica sulle ultime mosse del finanziere.

I movimenti del fondo di Soros: Amazon e Netflix i punti forti

Dopo la cessione dell’intero pacchetto di azioni Amazon in suo possesso nel quarto trimestre del 2017, la società di George Soros ha cambiato idea e nei primi 3 mesi del 2018 ha scelto di riacquistare 51.200 titoli del gigante dell’e-commerce. La quota di Soros in Amazon si aggira ora sui 74 milioni di dollari, e la società di Bezos è stato uno dei titoli tecnologici con le migliori performance, con oltre il 34% dall’inizio dell’anno.

Il fondo di Soros ha poi puntato su 20.800 azioni Alphabet ed ha rivolto l’attenzione anche su Netflix.

Dopo aver acquistato una grande quantità di azioni del colosso dello streaming nel quarto trimestre del 2017, il Soros Fund Management ha comprato altre 148.500 azioni nei primi 3 mesi di quest’anno. Il primo trimestre di Netflix è stato molto positivo, grazie all’aggiunta di un numero maggiore di abbonati rispetto a quanto si aspettasse il mercato.

Come rovescio della medaglia, il fondo di Soros ha ceduto la sua quota di partecipazione - di 34.100 azioni - di Twitter. E non ha più comprato azioni Facebook dopo aver ceduto l’intero pacchetto azionario nel quarto trimestre del 2017.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su George Soros

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 mese fa

George Soros si arrende a Orban: la sua fondazione lascerà l’Ungheria

George Soros si arrende a Orban: la sua fondazione lascerà l'Ungheria

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

Criptovalute: dopo Soros, investono anche i Rockefeller. Warren Buffett è il prossimo?

Criptovalute: dopo Soros, investono anche i Rockefeller. Warren Buffett è il prossimo?

Commenta

Condividi

Alessandro Cipolla -

Elezioni Ungheria: Orban ha la maggioranza assoluta, ora si “vendicherà” su Soros?

Elezioni Ungheria: Orban ha la maggioranza assoluta, ora si “vendicherà” su Soros?

Commenta

Condividi