GearBest è sicuro o no? Le cose da sapere prima di comprare

Giulia Adonopoulos

20 Novembre 2017 - 17:03

condividi

Vuoi fare acquisti su GearBest per il Black Friday 2017 per risparmiare ma il sito non ti ispira fiducia? Ecco le opinioni degli utenti e il responso sulla sua affidabilità.

GearBest è uno dei siti di e-commerce più famosi per l’acquisto di elettronica a prezzi super vantaggiosi. E come Amazon, eBay, ePrice e Aliexpress, anche GearBest partecipa al Black Friday 2017 con tantissime offerte su smartphone, smartwatch, TV, computer, tablet e gadget tecnologici.

L’offerta speciale inizia il 20 novembre, dura fino al Cyber Monday (lunedì 27 novembre) e include tutti i prodotti disponibili in magazzino, disponibili a prezzi scontati ma non solo: per la Black Week gli utenti hanno a disposizione offerte flash, borse fortunate e giochi per vincere fantastiche sorprese. In piena febbre del Black Friday, però, si potrebbero fare acquisti sconsiderati mettendo nel carrello qualsiasi cosa pensando di star facendo grandi affari. Conviene davvero acquistare su GearBest? È sicuro o si rischia di venire truffati?

GearBest, opinioni: è sicuro o no?

Le opinioni su GearBest sono tantissime e contrastanti. Gli utenti si dividono tra chi lo considera un sito molto affidabile e serio su cui comprare la migliore tecnologia a prezzi più bassi della concorrenza, e chi invece lo sconsiglia vivamente a causa di un’assistenza clienti inadeguata, servizio di tracking online impreciso e lento, tempi di consegna interminabili dovuti anche a blocchi alla frontiera, e vari problemi legati alla provenienza cinese come il rischio di smarrimento o danneggiamento del pacco.

Cos’è GearBest

Chi è alla ricerca di smartphone e dispositivi tecnologici in offerta avrà notato i prezzi molto convenienti di GearBest. La compagnia ha sede a Shenzhen, in Cina, dove si producono Xiaomi e Huawei; spedisce in 200 Paesi e ha magazzini ovunque nel mondo, anche in Europa.

Fa parte di quei siti di e-commerce del cosiddetto mercato grigio che vende device di ultima generazione a prezzi stracciati. Un mercato che alle volte viene definito parallelo, ma non è illegale. È un canale attraverso cui le merci vengono importate da distributori non autorizzati dal produttore. Si tratta di prodotti non destinati alla vendita sul mercato italiano o di altri paesi europei, e venduti online a prezzi più bassi di quelli pagati all’estero.

Ci sono però degli aspetti da considerare prima di fare acquisti su questi siti. La dogana, ad esempio. Le spese di importazione sono a carico dell’utente. Se la dogana che ha il nostro pacco si mette in contatto con noi non lo riceveremo finché non avremo pagato. In caso contrario il pacco può essere distrutto o, se viene restituito al mittente, vengono addebitati a noi i costi di restituzione.

Tempi di spedizione

GearBest ha dedicato ai clienti italiani la spedizione Italy Express, più veloce di quella ordinaria (8-12 giorni per consegnare) e sicura (scalo su Londra con UPS e consegna con corriere Bartolini o GLS.

Anche se sul sito c’è scritto che con la Priority Line in Italia la spedizione dal magazzino EU ci impiega da 3 a 7 giorni, tantissimi utenti lamentano attese di oltre 45 giorni per ricevere il pacco e tracking non sempre disponibile. I problemi persistono anche con il servizio clienti, che non risponde da nessun canale o risulta inadeguato a offrire la giusta assistenza. C’è anche chi fa notare che rispedire a proprie spese un prodotto difettoso o che non funziona in Cina può costare centinaia di euro.

Come proteggersi

Nessun sito garantisce esperienze di shopping online perfetto al 100%, e siti cinesi con prodotti a prezzi molto convenienti come GearBest possono essere un terno al lotto. C’è chi vi fa acquisti da anni, è soddisfatto del suo risparmio e si trova benissimo, e chi invece può raccontare storie dell’orrore.

Il consiglio, se proprio volete approfittare di un’offerta su GearBest, è di acquistare oggetti di poco valore e non urgenti visto che i tempi di spedizione non sono quelli di Amazon Prime. Inoltre, meglio usare il pagamento con PayPal, che consente di aprire una contestazione nei 45 giorni successivi all’acquisto per ottenere il rimborso o mettersi in contatto con il venditore. Ricordarsi di associare PayPal a una carta di credito ricaricabile per maggiore sicurezza.

Iscriviti a Money.it