Franco Gabrielli: chi è e quanto guadagna il Sottosegretario di Stato ai servizi segreti

Mario D’Angelo

24/02/2021

25/02/2021 - 08:07

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il Capo della Polizia Franco Gabrielli è stato nominato dal Governo Draghi come sottosegretario ai servizi segreti: ecco chi è e quanto guadagna.

Franco Gabrielli: chi è e quanto guadagna il Sottosegretario di Stato ai servizi segreti

Franco Gabrielli è il nuovo Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega alla Sicurezza della Repubblica.

Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri nella riunione che ha avuto luogo mercoledì 24 febbraio a Palazzo Chigi, durante la quale è stata approvata la lista di sottosegretari e viceministri del Governo Draghi.

La notizia è stata accolta con favore da buona parte del mondo politico. La nomina di Gabrielli va a chiudere una polemica di lungo corso, innescata da Matteo Renzi nei confronti dell’ex premier Giuseppe Conte, che aveva tenuto per sé la delega ai servizi segreti.

Per il suo incarico a Palazzo Chigi Franco Gabrielli lascerà il suo posto di numero uno alla Polizia di Stato, con un consistente taglio dello stipendio.

Chi è Franco Gabrielli?

Nato a Viareggio il 13 febbraio del 1960, Franco Gabrielli dopo aver conseguito una laurea in Giurisprudenza entra nella Polizia di Stato nel 1985 dopo aver vinto un concorso pubblico come Vice Commissario.

Nel 1987 è impiegato nella Questura di Imperia come dirigente della Digos, partecipando alle indagini per lo smantellamento delle Brigate Rosse. Tre anni dopo viene destinato alla Sezione Antiterrorismo della questura di Firenze per la quale coordina le indagini riguardanti le stragi mafiose del 1993.

Nel 2000 invece arriva nella Questura di Roma, dove assume il ruolo di dirigente della Digos Capitolina. Qui dà un importante contributo alle indagini che portarono alla cattura dei brigatisti responsabili degli omicidi D’Antona, Biagi e Petri e per questo viene promosso - per meriti straordinari - al ruolo di dirigente superiore della Polizia di Stato.

Viene nominato prefetto nel 2006 quando è chiamato alla direzione del SISDE (poi diventato AISI). Dopo il terremoto del 2009 viene nominato prefetto dell’Aquila e vice commissario vicario per l’emergenza terremoto, mentre nel novembre del 2010 viene nominato capo dipartimento della Protezione Civile. Ed è in questa veste che si occuperà dello smantellamento della Costa Concordia.

Nel 2015 invece viene nominato prefetto di Roma; ruolo nel quale restò in carica appena un anno visto che il 29 aprile del 2016 il Consiglio dei Ministri lo ha nominato capo della Polizia di Stato, nomina che venne rinnovata nel 2018.

Quanto guadagna il Capo della Polizia?

Durante i suoi quattro anni ai vertici della polizia lo stipendio di Gabrielli è stato molto alto, anche se sono lontani i tempi quando il Capo della Polizia di Stato guadagnava cifre a dir poco “astronomiche”. Pensate infatti che nel 2012 l’allora Capo della Polizia Antonio Manganelli risultava essere il dirigente pubblico italiano più pagato, con uno stipendio annuo di 621.253,75 euro.

Le cifre da quegli anni si sono notevolmente ridotte; la spending review attuata dal Governo Monti, infatti, ha ridotto il limite massimo di guadagno per coloro che lavorano nell’amministrazione pubblica a 294mila euro.

Questo taglio ha fatto sì che lo stipendio annuo del Capo della Polizia di Stato nel 2014 (incarico allora ricoperto da Alessandro Pansa) ammontasse a 301.344€ euro, benefit compresi. Nello stesso anno Gabrielli aveva uno stipendio di 296.000€ annui come capo della Protezione Civile.

La Legge Madia però ha ridotto il limite del guadagno annuo dei dirigenti pubblici a 240mila euro, quindi da allora lo stipendio del Capo della Polizia è calato ulteriormente.

Con l’incarico da Sottosegretario, Franco Gabrielli potrà contare su uno stipendio che ammonta a oltre 100.000 euro lordi l’anno.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories