Fino a dove può arrivare il Ripple?

Cosa c’è nel futuro del Ripple? Prima il superamento dello SWIFT, poi la conquista del mercato delle carte di credito.

Il Ripple (XRP), la criptovaluta del momento, la più difensiva che esista. In molti si chiedono fino a dove può arrivare e quanto grande può diventare.

Ad inizio dicembre 2017 valeva meno di 23 centesimi di dollaro, mentre oggi la quotazione viaggia sopra $1,80 dopo aver toccato un massimo storico ad inizio anno a $3,3.

Non credo che nessuno possa fare una previsione ragionata su quanto grande diventerà il Ripple - tuttavia, la domanda quanto grande PUÒ diventare merita una qualche riflessione ponderata.

L’universo del Ripple sembra in continua espansione e concentra la maggior parte delle sue energie nel tentativo di sostituire il sistema SWIFT - l’acronimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications - che attualmente è lo standard de facto per il trasferimento di denaro tra le banche. Si tratta di un servizio di messaggistica che aiuta le banche a comunicare tra loro sulla rete SWIFT. In altre parole, lo SWIFT è essenzialmente un intermediario.

Per sostituire lo status quo attuale la tua nuova tecnologia - nel nostro caso il Ripple - deve essere X volte migliore in modo indiscutibile.

La società dietro al Ripple lo ha capito bene: il suo impegno per superare lo SWIFT verte principalmente sul risparmio di denaro e di tempo. Lo SWIFT ha già fatto la sua contromossa implementando alcuni aggiornamenti nell’ambito dello GPII (Global Payments Innovation Initiative), ma rimangono delle vulnerabilità.

D’altronde è questo il segreto delle start-up di successo: trovare un punto debole e offrire un’alternativa. Se offri alle banche costi inferiori e transazioni più veloci tra loro...chi mai vorrebbe evitarti?

Tuttavia, se Ripple riuscirà a subentrare come il «nuovo SWIFT» si fermerà lì? Difficile pensarlo.
Provare a superare il sistema SWIFT è solo l’inizio delle aspirazioni del Ripple.

La criptovaluta è stata creata per conquistare la fiducia di una delle popolazioni più difficili al mondo: le istituzioni finanziarie.
In un certo senso, vedere il Ripple che sostituisce lo SWIFT sarebbe solo l’inizio. Una volta provato che il tuo prodotto «funziona», hai guadagnato la fiducia e il riconoscimento del tuo brand necessari per espandersi.

Prima il superamento dello SWIFT, e poi?

Nessuno può dirlo con certezza, tranne forse i manager di Ripple. Il passo successivo più logico credo sia un assalto alle carte di credito, anche se all’inizio non sembrerà così. Una volta conquistata la fiducia e diventati in grado di garantire la sicurezza e la stabilità del Ripple come sostituto dello SWIFT, la prossima mossa sarà la creazione di una «Carta di credito Ripple».

Detto questo, esistono molte altre criptovalute che stanno cercando di diventare la prossima «alternativa ai contanti», come Litecoin (LTC), Bitcoin Cash (BCC), ecc. Tuttavia, la diffusione del brand di Ripple è ormai forte ed è questa la criptovaluta che, effettivamente, sta provando per prima nell’impresa.
Ce la farà?

Argomenti:

Ripple Criptovalute

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories