Entro la fine del primo trimestre del 2021 la fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e il gruppo PSA sarà completata. Questa fusione porterà alla nascita del nuovo gruppo Stellantis. Come è normale che sia la nascita di questa nuova entità porterà molte novità nelle strutture delle società che la compongono.

con Stellantis Fiat Chrysler e PSA cambieranno strategia in Cina

Già nelle scorse settimane sono emerse le nuove strategie che Stellantis porterà avanti nei segmenti A e B del mercato. Nelle scorse ore invece sono emerse nuove indicazioni su come cambieranno le cose in Cina. La strategia di PSA e Fiat Chrysler nell’importante mercato cinese sarà completamente modificata. Ci sarà in una prima fase una riduzione della presenza delle due società in Cina.

Infatti è prevista la riduzione dei marchi presenti ma anche dei modelli e delle fabbriche che le due aziende hanno in Cina. Questo prima di tutto per una riduzione de costi ma anche per ottimizzare le strutture che al momento non stanno garantendo risultati incoraggianti ai due gruppi la cui presenza nel mercato auto cinese è piuttosto marginale.

Attualmente FCA è presente in quel mercato solo con il marchio Jeep

Fiat Chrysler non è mai decollata in Cina e al momento il gruppo italo americano è presente solo con il marchio Jeep. Per quanto riguarda PSA se in passato la Cina era stato il suo primo mercato al mondo con oltre 700 mila auto vendute ogni anno, le cose sono però cambiate radicalmente negli ultimi anni. Nel 2020 si prevede che il gruppo transalpino non supererà nemmeno le 50 mila unità immatricolate in Cina.

Spetterà al futuro CEO di Stellantis, Carlos Tavares, riuscire a risollevare le sorti di PSA e Fiat Chrysler quando finalmente saranno un’unica cosa in Stellantis. Vedremo dunque quali altre novità arriveranno per il gruppo italo americano a proposito della futura strategia in Cina.