Londra e la West Coast più vicine grazie alle ferrovie italiane

L’accordo siglato dal Trenitalia Uk prevede lo sviluppo e l’introduzione a partire dal 2026 dei nuovi servizi sulla nuova linea ad alta velocità da Londra a Birmingham che nei piani dovrebbe collegare 30 milioni di persone

Londra e la West Coast più vicine grazie alle ferrovie italiane

Il gruppo Ferrovie dello Stato (Fs) prosegue la sua espansione territoriale e lo fa guardando oltre il Canale della Manica, in Gran Bretagna.

La società italiana si è infatti aggiudicata attraverso Trenitalia Uk, controllata al 100% di Trenitalia (parte del gruppo Fs), insieme al colosso dei trasporti britannico FirstGroup la concessione per gestire la tratta ferroviaria della West Coast dal 2019 al 2031, che comprende i collegamenti InterCity fra Londra, Manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edimburgo e Glasgow.

Accordo Trenitalia: i dettagli

L’accordo siglato dalla controllata britannica di Trenitalia (70% FirstGroup e 30% Trenitalia Uk) prevede lo sviluppo e l’introduzione a partire dal 2026 dei nuovi servizi sulla nuova linea ad alta velocità (High Speed 2) da Londra a Birmingham (160 km) che nei piani dovrebbe collegare 30 milioni di persone.

Secondo le stime messe a disposizione dalla società tricolore i servizi InterCity da Londra a Edimburgo/Glasgow trasportano ogni anno 39 milioni di passeggeri con 76 treni che garantiscono 300 collegamenti giornalieri.

I ricavi del franchise - spiega una nota di Fs - nell’ultimo anno sono stati pari a oltre 1,250 miliardi di euro con previsione di crescita nei prossimi anni. La nuova partnership prevede poi l’ammodernamento dell’intera flotta di 56 treni Pendolino con 25mila nuovi posti per i passeggeri.

Ricordiamo che per Trenitalia si tratta del secondo importante ingresso in campo nella rete ferroviaria inglese. Nel 2017 avevano rilevato per 72,6 milioni di sterline c2c la società che gestisce il collegamento tra Londra e Shoeburyness nell’Essex su cui viaggiano ogni anno 42 milioni di passeggeri.

«Dopo soli tre anni nel Regno Unito, rafforziamo la nostra presenza con la gestione di una delle linee ferroviarie più importanti in UK, in partnership con FirstGroup», ha sottolineato l’amministratore delegato di Fs Gianfranco Battisti.

«L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito. Con questa partnership prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito».

La scommessa Alitalia

Nel frattempo i manager di Fs continuano a lavorare sodo per mettere a punto il piano di salvataggio e rilancio di Alitalia.

L’ultimo atto, dopo quello dell’individuazione della squadra che dovrà tentare il rilancio della compagnia di bandiera, ovvero Ferrovie dello Stato, il ministero dell’Economia e Finanze, il vettore Usa Delta e la holding Atlantia dei Benetton, è stato quello di dare il via libera formale alla costituzione della newco che dovrà rilevare le attività di Alitalia.

Il benestare è arrivato ad inizio mese nell’ultimo consiglio d’amministrazione del gruppo ferroviario guidato dall’Ad Gianfranco Battisti. Formalmente, il veicolo ancora non ha un nome in codice e non è identificabile dalle visure camerali, ma esiste ed è un passaggio tecnico necessario per arrivare poi a definire la road map e un piano industriale concreto.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Ferrovie dello Stato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.