Esame avvocato 2018: il parere di diritto amministrativo è il ricorso per giudizio di ottemperanza

Isabella Policarpio

13 Dicembre 2018 - 13:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il ricorso per giudizio di ottemperanza è l’atto giudiziario con il quale la parte chiede al giudice amministrativo di dare esecuzione ad una sentenza, se l’Amministrazione non agisce spontaneamente. Vediamo come si redige correttamente.

Esame avvocato 2018: il parere di diritto amministrativo è il ricorso per giudizio di ottemperanza

Il ricorso per giudizio di ottemperanza è l’atto giudiziario con il quale una parte chiede al giudice amministrativo di dare esecuzione ad una sentenza precedentemente emessa. L’atto giudiziario in questione è necessario quando la Pubblica Amministrazione non provvede spontaneamente ad eseguire quanto stabilito.

L’atto di ricorso per giudizio di ottemperanza ci può essere quando ricorrono tre presupposti:

  • una precedente sentenza o lodo arbitrale non eseguiti dall’Amministrazione pubblica;
  • il provvedimento di cui si chiede l’esecuzione non deve essere ancora passato in giudicato;
  • la sentenza in questione non deve essere autoapplicativa.

I soggetti legittimati a proporre il ricorso sono quelli sui quali il giudicato produce effetti immediati, ovvero coloro che hanno partecipato al giudizio. Il ricorso si propone, entro il termine prescrizionale di 10 anni, tramite domanda diretta al Presidente del Consiglio di Stato. Una volta depositato il ricorso presso la segreteria del giudice adito, il segretario ne dà immediata comunicazione al Ministero, che trasmette le proprie osservazioni nei 20 giorni successivi.

Vediamo ora come si redige.

Ricorso per giudizio di ottemperanza

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DI ______________

RICORSO PER IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA A GIUDICATO

Per
Il sig. ____________, C.F.______________, residente in _______________, rappresentato e difeso dall’avv. ____________ del Foro di _______, C.F. ________________ed elettivamente domiciliato presso il suo studio in __________________, giusta procura speciale posta a calce del presente atto
Contro


, in persona del _____________, con sede in ___________________
Per l’esecuzione
della sentenza n. ________, pubblicata in data _________, emessa dal ____di ____________nella persona del Giudice dott. _________, notificata il ____________ passata in giudicato il _______________;
PREMESSO
– che il _____di ____________, nel procedimento R.G.____________ tra il sig. _________________e ______________, ha emesso sentenza n.___________, pubblicata in data ______________, con cui, in accoglimento della domanda spiegata dal ricorrente, ha condannato “ __________”
– che la stessa è stata munita di formula esecutiva in data ____________ e notificata al ___________ in data ____________ e passata in giudicato in data;
che si sono verificati i presupposti necessari e sufficienti per l’esperibilità del giudizio di ottemperanza;
che, difatti, la sentenza è passata in giudicato, in quanto non più appellabile per decorrenza dei termini di impugnazione;
che, inoltre, sussiste l’inadempimento dell’amministrazione agli obblighi nascenti dalla sentenza.
**** ** ****
Tutto quanto sopra premesso, il sig. _____________, ut supra rappresentato, difeso e domiciliato,
RICORRE
all’Ill.mo T.A.R. affinché il medesimo voglia
a) ordinare l’ottemperanza al ____________ della sentenza suddetta, prescrivendo le relative modalità, anche mediante la determinazione del contenuto del provvedimento amministrativo o l’emanazione dello stesso in luogo dell’amministrazione disponendo il pagamento di complessivi € __________________ oltre ad interessi secondo le modalità previste dal titolo esecutivo, previo compimento di tutti gli atti necessari ad assicurare il pagamento in favore del ricorrente derivanti dalla disposizione di cui al D.L. 112/2008 art. 78 e succ. decreti di attuazione;
b) nominare, per il caso di ulteriore inadempimento, un commissario ad acta affinché provveda in via sostitutiva.
c) con vittoria di spese, diritti ed onorari.
Si offrono in comunicazione i seguenti documenti:
sentenza n. ___________ con formula esecutiva e passaggio in giudicato.
DICHIARAZIONE DI VALORE
Si dichiara che, ai sensi dell’art. 13, comma 6 bis D.P.R. n. 115/2002 e 3 successive modificazioni la presente procedura è esente da contributo unificato in quanto in materia di _________________
Salvis Juribus


, lì __________
Avv ______________

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories