Enel sale in Borsa (+1,54%) grazie ai conti dei 9 mesi. Confermata guidance 2015

Livio Spadaro

13 Novembre 2015 - 09:48

condividi

Buona performance nei primi 9 mesi per Enel che conferma la guidance per il 2015. Trimestrale in chiaroscuro con redditi operativi peggiori delle attese.

Buona performance di Enel nei primi 9 mesi di gestione 2015. Trimestrale in chiaroscuro che vede ricavi in crescita del 7,6% ed un EBITDA in aumento del 12,1% battendo le stime. In calo il reddito operativo del -43,3% ed il risultato netto del gruppo a -9,2%.

Enel: ricavi trimestrali meglio delle attese, male la performance operativa

Questa mattina Enel ha reso note le cifre relative al terzo trimestre 2015 e ai primi 9 mesi di gestione. Per quel che riguarda il trimestre, si registra un aumento dei ricavi del 7,6% pari ad un ammontare di 18,37€ miliardi, in netto aumento rispetto alle stime poste a 16,21€ miliardi.

L’EBITDA è risultato in aumento del 12,1% a quota 4,2€ miliardi battendo anch’esso le stime degli analisti che vedevano un EBITDA a 3,5€ miliardi.

L’EBIT è risultato in calo del -43,3% rispetto al terzo trimestre 2014 registrando un ammontare di 1,22€ miliardi, deludendo le aspettative che invece vedevano un calo del -17,8% a quota 2,021€ miliardi.

Il risultato netto del Gruppo è risultato in calo del -9,2% rispetto allo stesso periodo del 2014 pari a 256€ milioni e in netto peggioramento rispetto al consenso posto a 569,8€ milioni.

Il risultato netto ordinario del Gruppo è invece triplicato registrando un aumento di 729€ milioni rispetto allo stesso periodo 2014, passando a 1,037€ miliardi dal precedente di 308€ milioni.

Enel: buona performance nei primi 9 mesi, utili in aumento del 7,3%

La performance nei primi 9 mesi dell’anno ha visto una crescita su quasi tutte le voci del Gruppo tranne che sull’EBIT che subisce l’impatto negativo delle svalutazioni degli asset in Russia, Slovacchia e Romania.

Nei primi 9 mesi i ricavi sono saliti del 3,6% attestandosi a quasi 56€ miliardi rispetto ai precedenti 54,07€ miliardi dello stesso periodo 2014.

L’EBITDA è cresciuto del 4,9% portandosi a 12,16€ miliardi dai precedenti 11,59€ miliardi.

L’EBIT, come detto in precedenza, è sceso dell’11,7% portandosi dai 7,14€ miliardi del 2014 agli attuali 6,308€ miliardi.

Il risultato netto del Gruppo è cresciuto del 7,3% salendo dai precedenti 1,95€ miliardi dei 9 mesi 2014 ai 2,089€ miliardi attuali.

Il risultato netto ordinario del Gruppo è in crescita del 42% a quota 2,64€ miliardi.

Gli investimenti sono saliti di 668€ milioni per una quota totale pari a 4,68€ miliardi.

Si registra infine, l’aumento dell’indebitamento finanziario netto salito a 39,36€ miliardi dai precedenti 37,38€ miliardi del 2014 per una variazione positiva del 5,3% per effetto dei tassi di cambio, al pagamento dei dividendi e agli investimenti di periodo.

Enel: bene America Latina, Italia e Penisola Iberica. Pesa l’Est Europa

Per quel che riguarda la composizione dei ricavi per area geografica, il motore del Gruppo sembra essere l’America Latina che ha registrato un aumento dei ricavi su base trimestrale pari ad un +7,3%.

L’Italia anche ha contribuito all’aumento dei ricavi per una quota superiore all’America Latina registrando un aumento di questi dell’8,3% anche se tuttavia, l’EBIT ha visto un incremento del 6,3% mentre per l’America Latina l’incremento è stato del 18,4%.

La penisola Iberica registra ricavi in diminuzione del 4% anche se il reddito operativo generato è risultato in aumento del 38,8% sempre su base trimestrale.

L’Europa dell’Est invece ha pesato negativamente sui ricavi del Gruppo con un calo dei ricavi del -10,3% su base trimestrale.

Le Energie rinnovabili hanno registrato un aumento dei ricavi del +2,2% anche se l’EBIT ha registrato un calo del -80%.

In una nota l’ad e Direttore Generale di Enel Francesco Starace ha confermato la guidance per il 2015 commentando:

La resilienza del nostro business in Italia e nella penisola Iberica assieme alla buona performance di America Latina e rinnovabili, hanno trainato i risultati di Enel nei primi nove mesi del 2015. L’implementazione della strategia prosegue secondo i piani e persino in anticipo nella riduzione dei cash cost, nella generazione di cassa a supporto dell’incremento degli investimenti per la crescita e nel programma di rotazione degli asset. Siamo quindi in grado di confermare i target finanziari annunciati al mercato per l’esercizio 2015.

Al momento il titolo Enel è positivo dell’1,54%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.