Elezioni amministrative 2021: ecco chi vince per i sondaggi

Alessandro Cipolla

9 Luglio 2021 - 13:33

condividi

Le elezioni amministrative 2021 sono un appuntamento molto atteso visto che si voterà in città come Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna: ecco chi potrebbe vincere stando agli ultimi sondaggi.

Elezioni amministrative 2021: ecco chi vince per i sondaggi

L’Italia è il paese in Europa dove vengono effettuati più sondaggi politici e, anche per quanto riguarda le elezioni amministrative 2021 che si terranno a ottobre, questa tendenza non è stata di certo smentita.

Complice le grandi città chiamate al voto (Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna), in pratica non passa settimana senza che uno dei tanti istituti di ricerca pubblichi un sondaggio in merito alle elezioni amministrative.

Con il voto che si avvicina dopo lo slittamento causa Covid, ormai sono chiari anche quali saranno gli schieramenti in campo: manca solo il candidato del centrodestra a Bologna e quelli del Movimento 5 Stelle a Torino e Milano, a patto che i pentastellati alla fine decidano di presentarsi nel capoluogo lombardo.

Ma chi vincerà queste elezioni amministrative? Per i sondaggi sembrerebbe prefigurarsi un possibile en plein del Partito Democratico, ma la partita appare essere molto aperta.

Elezioni amministrative 2021: i sondaggi

In totale nel 2021 saranno oltre 1.300 i Comuni chiamati al voto. La doppia data delle elezioni amministrative dovrebbe essere quella del 10 e 11 ottobre, ma ancora manca l’ufficialità da parte del Viminale a riguardo.

Nel dettaglio, saranno 21 i capoluogo di Provincia a recarsi alle urne. A questi, si potrebbe aggiungere anche Foggia dove l’ex sindaco Franco Landella si è dimesso dopo essere finito al centro di un’inchiesta giudiziaria.

In generale i sondaggi usciti negli ultimi mesi, vedono il centrosinistra possibile vincitore al primo turno a Bologna. L’alleanza PD-M5S sembrerebbe essere poi in netto vantaggio a Napoli, mentre a Roma, Milano e Torino il ballottaggio appare essere scontato.

Roma

Tra i diversi candidati in campo, per l’accesso al ballottaggio sembrerebbe essere una corsa a quattro: Virginia Raggi (M5S), Roberto Gualtieri (PD), Enrico Michetti (cdx) e Carlo Calenda (Azione e Italia Viva).


Fonte La Repubblica

L’ultimo sondaggio del 2 luglio a Roma realizzato da Izi vedrebbe in testa Michetti, con Raggi e Gualtieri in piena lotta per il ballottaggio. Non sarebbe molto staccato comunque Calenda, che appare in crescita nelle ultime settimane.

Nel testa a testa finale, stando ai vari sondaggi Michetti però uscirebbe sconfitto contro Gualtieri o Calenda, mentre vincerebbe in una sfida con Raggi. Molto però dipenderà da eventuali apparentamenti prima del ballottaggio.

Milano

Dopo una lunga trattativa e una infinita ridda di nomi poi puntualmente “bruciati”, il centrodestra alla fine ha scelto di puntare sul pediatra Luca Bernardo. Sarà lui così il principale sfidante del sindaco uscente di centrosinistra Beppe Sala.

  • Candidato centrodestra - 45%
  • Beppe Sala - 44%
  • Candidato M5S - 7%
  • Altri - 4%

L’ultimo sondaggio del 21 giugno di Tecnè, quando ancora non era stato ufficializzato Bernardo, vedrebbe in testa il candidato del centrodestra indicato di un soffio davanti a Sala.

Nel probabile ballottaggio, potrebbero così essere decisivi i voti dei grillini: il Movimento 5 Stelle nei mesi scorsi aveva anche ragionato su un possibile appoggio a Sala, ma in questo momento ancora non si è ben capito cosa decideranno di fare in queste elezioni a Milano.

Napoli

Tra le grandi città interessate da questa tornata delle amministrative, Napoli è l’unica dove si è concretizzata una alleanza già al primo turno tra PD e Movimento 5 Stelle, con il candidato giallorosso che sarà l’ex ministro Gaetano Manfredi.

Il centrodestra invece appoggerà il magistrato Catello Maresca, mentre saranno in campo anche l’ex sindaco Antonio Bassolino, sostenuto pure da Azione, e l’assessore Alessandra Clemente per DemA di Luigi De Magistris.

Per un recente sondaggio di Euromedia Research, il tandem PD-M5S sarebbe vicino alla soglia della maggioranza assoluta. La speranza del centrodestra, sarebbe così quella di costringere Maresca al ballottaggio per giocarsi le proprie chance nel testa a testa finale.

Torino

Sostanziale corsa a tre a Torino, con il centrosinistra che tramite le primarie ha indicato Stefano Lo Russo come proprio candidato e il centrodestra che invece ha scelto di puntare sull’imprenditore Paolo Damilano.

Il Movimento 5 Stelle invece, incassato il no della sindaca Chiara Appendino a una nuova candidatura, sceglierà il proprio aspirante sindaco il 16 luglio tramite il voto online: in lizza ci sono Valentino Sganga e Andrea Russi.

Stando a un sondaggio del 25 giugno di Euromedia Research, Damilano sarebbe al 43,7% mentre Lo Russo al 39,6%. Decisivo di conseguenza al ballottaggio potrebbe essere l’11,9% attribuito al Movimento 5 Stelle, che potrebbe far pendere l’ago della bilancia verso il centrosinistra.

Bologna

Tramite le primarie, il centrosinistra ha indicato come proprio candidato l’assessore Matteo Lepore, che con il 60% dei voti ha superato l’agguerrita sindaca di San Lazzaro Isabella Conti, sostenuta dai renziani.

Resta ancora da capire cosa farà il Movimento 5 Stelle, potrebbe appoggiare fin da subito Lepore, così come il centrodestra che deve scegliere tra l’editore Roberto Mugavero e l’imprenditore Fabio Battistini, che sarà a prescindere in campo.

Un sondaggio di Quorum del 18 aprile, vedrebbe Matteo Lepore vincente al primo turno, con picchi anche del 56,4%, a prescindere da chi sarà il candidato del centrodestra in queste elezioni amministrative a Bologna.

Iscriviti a Money.it