Elezioni Francia 2022, i risultati ufficiali: sarà ballottaggio Macron-Le Pen

Alessandro Cipolla

11/04/2022

15/04/2022 - 11:00

condividi

I risultati ufficiali delle elezioni presidenziali Francia 2022: in testa c’è Emmanuel Macron ma sarà inevitabile un ballottaggio con Marine Le Pen il prossimo 24 aprile.

Elezioni Francia 2022, i risultati ufficiali: sarà ballottaggio Macron-Le Pen

Elezioni presidenziali Francia 2022: concluse le operazioni di voto, i risultati ufficiali hanno confermato le previsioni dei sondaggi: per eleggere il prossimo inquilino dell’Eliseo, ci sarà bisogno di un ballottaggio tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen il prossimo 24 aprile.

Una nuova sfida tra i due come già avvenuto alle elezioni in Francia del 2017, con Emmanuel Macron che in questo primo turno è stato il candidato più votato con il 27,6% dei voti.

Dietro di lui si è confermata Marine Le Pen che ha ottenuto il 23,4% dei voti, con la leader del Rassemblement National che è riuscita a tenere dietro un Jean-Luc Mélenchon che, con il 21,9%, non è riuscito nell’impresa di approdare al ballottaggio a causa della frammentazione della sinistra.

I risultati di queste elezioni presidenziali in Francia hanno segnato il de profundis dei Repubblicani e dei Socialisti: dopo essersi sfidati per decenni, adesso hanno preso rispettivamente il 4,8 e l’1,7%. Il gollista Éric Zemmour infine, dopo che i sondaggi lo hanno indicato anche come un possibile pretendente al testa a testa finale, non è andato oltre il 7%.

In vista del ballottaggio delle elezioni in Francia, Emmanuel Macron ha incassato già l’appoggio di Anne Hidalgo, Fabien Roussel e Valérie Pécresse, mentre Marine Le Pen potrà contare sull’endorsement di Éric Zemmour. Jean-Luc Mélenchon invece ha invitato i suoi elettori a votare per l’attuale presidente oppure astenersi.

Elezioni Francia 2022: i risultati

Domenica 10 aprile 2022 il 74% dei 49 milioni di francesi aventi diritti ha preso parte alle elezioni presidenziali Francia 2022. Questi sono i risultati reali dopo lo spoglio del 97% delle sezioni: all’appello mancano solo le circoscrizioni estere.

CandidatoPartitoPercentuale
Emmanuel Macron La République En Marche 27,60%
Marine Le Pen Rassemblement National 23,41%
Valérie Pécresse Repubblicani 4,79%
Éric Zemmour Reconquête 7,05%
Jean-Luc Mélenchon La France Insoumise 21,95%
Yannick Jadot Verdi 4,58%
Anne Hidalgo Socialisti 1,74%
Nicolas Dupont-Aignan Debout La France 2,07%
Fabien Roussel Partito Comunista Francese 2,31%
Philippe Poutou Nuovo Partito Anticapitalista 0,77%
Jean Lassalle Résistons 3,16%
Nathalie Arthaud Lotta Operaia 0,57%

Visto che nessun candidato ha superato la soglia della maggioranza assoluta, per eleggere il prossimo Presidente della Repubblica francese sarà necessario un ballottaggio in data 24 aprile tra Emmnauel Macron e Marine Le Pen.

Il sistema di voto in Francia per l’elezione del Presidente della Repubblica infatti è molto simile alla legge elettorale in vigore da noi per le elezioni amministrative. C’è da dire che Oltralpe finora mai nessuno è riuscito a superare il 50% al primo turno.

I candidati

Dodici i candidati che sono scesi in campo alle elezioni in Francia del 2022, iniziate ufficialmente quest’oggi, domenica 10 aprile.

Dopo aver vinto al ballottaggio le elezioni presidenziali del 2017, Emmanuel Macron correrà ancora una volta in Francia per cercare di ottenere il secondo mandato consecutivo all’Eliseo, sostenuto dal suo partito En Marche!.

Si potrebbe quindi replicare alle urne la sfida con Marine Le Pen, visto che la leader del Rassemblement National (ex Front National) da tempo ha annunciato la sua nuova candidatura a Presidente.

Per cercare di dare una scossa ai Socialisti che in Francia sembrerebbero essere in una crisi quasi irreversibile, è scesa in campo la sindaca di Parigi Anne Hidalgo che ha largamente vinto le primarie del partito.

A sinistra il campo appare essere particolarmente affollato. Non mancherà, infatti, Jean-Luc Mélenchon che alla guida de La France Insoumise alle elezioni del 2017 è riuscito a sfiorare il ballottaggio prendendo il 19%.

Le primarie che si sono svolte lo scorso 28 settembre invece hanno incoronato Yannick Jadot come candidato dei Verdi. In campo anche Philippe Poutou del Nouveau Parti Anticapitaliste e Fabien Roussel del Parti Communiste Français.

Se la sinistra è frammentata non meno caotica appare la situazione in Francia del centrodestra. Le primarie dei Repubblicani hanno incoronato come candidata Valérie Pécresse, attuale presidente della regione dell’Île-de-France.

La destra di Debout La France sarà guidata ancora da Nicolas Dupont-Aignan, ma l’autentica incognita di queste elezioni presidenziali è Éric Zemmour, un giornalista e saggista che si definisce gollista-bonapartista anche se le sue posizioni spesso sono state bollate come di estrema destra.

Iscriviti a Money.it