Earth Hour: cos’è l’Ora della Terra e perché è importante

25 Marzo 2022 - 21:12

condividi

Si può sempre fare qualcosa per salvaguardare il pianeta dalle crisi climatiche. Meglio ancora se le iniziative prevedono una collaborazione a livello globale: ecco che cos’è l’Ora della Terra.

Earth Hour: cos'è l'Ora della Terra e perché è importante

L’Ora della Terra sta per scoccare.

Per alcuni è un ritornello pedante e fastidioso, ma non c’è da scherzare quando si parla di cambiamenti climatici. Sempre più scienziati avvertono che l’aumento di ondate di calore, la siccità e le inondazioni registrate in questi ultimi anni stanno già superando le soglie di tolleranza mettendo a rischio piante, animali e anche l’uomo.

Sono sempre più difficili da gestire anche gli eventi meteorologici estremi che colpiscono la vita di milioni di persone, non solo in Africa, Asia, America centrale e meridionale, ma anche in altri continenti. In Europa, per esempio, è già previsto che il numero di decessi per lo stress da calore raddoppierà o triplicherà a causa di un innalzamento della temperatura pari a 3°C. 

Gli studi per trovare soluzioni celeri ed efficaci si concentrano soprattutto sulle città, perché sono i luoghi in cui vive la maggior parte della popolazione mondiale e quindi le principali cause del riscaldamento globale. 
 
Dalle città, però, possono arrivare anche le soluzioni: Earth Hour, l’Ora della Terra, è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro più sicuro e sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. 

La prima edizione fu quella del 2007, che coinvolse la sola città di Sidney, dopodiché, la manifestazione dell’ora di buio è stata condivisa da altri Paesi coinvolgendo piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel e tanti altri luoghi simbolo, per dimostrare che uniti si può fare una grande differenza.

Che cos’è l’Eart Hour o l’Ora della Terra e quando avverrà quest’anno?

Un gesto apparentemente semplice quello di spegnere la luce, ma con il passare del tempo l’Eart Hour si è trasformata nella più grande mobilitazione globale per il futuro delle persone e del Pianeta.
 
L’Ora della Terra è un’iniziativa lanciata dal World Wide Fund for Nature (WWF) e si celebra ogni anno, l’ultimo sabato di marzo, incoraggiando persone, comunità e aziende a spegnere le luci elettriche non essenziali, per un’ora, come segno d’impegno per la salvaguardia il pianeta.
 
Il 26 marzo di quest’anno le luci di monumenti, luoghi simbolo, insegne di aziende e attività si spegneranno dalle 20:30 alle 21:30.

Milioni di persone in tutto il mondo spengono le luci per dimostrare che tengono al futuro del nostro pianeta e l’adesione ci ricorda che anche le piccole azioni possono davvero fare una grande differenza.

Perché l’Ora della Terra è importante?

Se i cambiamenti climatici e gli altri disastri o minacce meteorologiche minacciano il nostro vivere e il pianeta in cui viviamo, qualsiasi iniziativa volta a risolvere questo grave problema è da sostenere. 

Nonostante ci siano ancora coloro che urlano il contrario, i disastri naturali e le pandemie avvenuti in questi anni, sono una chiara dimostrazione che l’ambiente ha bisogno di un sostegno più incisivo. 

In particolare, l’Earth Hour è importante perché unisce l’intero pianeta in una lotta condivisa per raggiungere un fine importante non solo per noi ma anche per le altre specie di animali e piante. L’Ora della Terra, quindi, non lascia le responsabilità a pochi, ma coinvolge ogni essere umano. Ci vuole uno sforzo collettivo per fare in modo che avvenga un grande cambiamento.

A chi si rivolge l’Earth Hour?

Come dicevamo, più siamo e meglio è. Quindi l’Earth Hour si rivolge:

  • a tutti gli abitanti del Pianeta Terra e in particolare ai giovani;
  • alle Istituzioni e alle città che sono i veri responsabili del processo di transizione;
  • alle imprese, che possono divenire attori di un’economia sostenibile ed equa per tutti.

Come partecipare attivamente all’Ora della Terra?

Come abbiamo detto, l’Earth Hour sarà sabato 26 marzo dalle 20.30 alle 21.00 (ora solare).

Ecco cosa devi fare:

  • spegni tutti gli apparecchi elettrici, i dispositivi e gli interruttori non essenziali per l’ora indicata sopra;
  • sensibilizza diffondendo attraverso i social la consapevolezza sulle nostre attuali problematiche ambientali. Spargi la voce il più possibile riguardo l’Earth Hour così che più persone vi partecipino attivamente;
  • scarica l’App FootPrint, l’applicazione rilasciata da WWF che aiuta ogni persona a prendere decisioni piccole ma di grande impatto per la salvaguardia dell’ambiente.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it