E-commerce: 7 consigli per i negozi fisici

L’e-commerce continua a crescere in maniera inesorabile. L’app Xtribe allora ha dato vita a 7 consigli utili per i negozi fisici che vogliono continuare a operare nel settore

E-commerce: 7 consigli per i negozi fisici

L’e-commerce continua a crescere in maniera inesorabile. Da quanto emerso dal Netcomm Forum, l’evento leader nel campo del commercio elettronico, nel 2018 l’e-commerce in Italia è andato incontro a una crescita del 15% rispetto all’anno precedente e si prevede che entro il 2021 avrà un valore di circa 5 miliardi di euro.

Uno dei fattori fondamentali che ha trainato la crescita dell’e-commerce in Italia è senza dubbio l’evoluzione tecnologica che sta cambiando le abitudini dei consumatori, i modelli di business e i processi di vendita.

Tant’è che essendo sempre connesso, il consumatore adesso viene identificato come onlife consumer. Non è un caso inoltre se il dispositivo privilegiato per l’e-commerce è lo smartphone. Da esso infatti vengono effettuati un terzo degli degli acquisti online.

Secondo i dati raccolti dal Netcomm Forum, i settori che hanno trainato la crescita dell’e-commerce in Italia sono:

  • informatica ed elettronica (+18%);
  • abbigliamento (+21%);
  • editoria (+25%);
  • food & grocery (+34%);
  • beauty (+29%);
  • arredamento e home living (+44%)
  • settore di auto e ricambi (+26%)
  • turismo e trasporti (+5);
  • settore delle assicurazioni (+5%).

Resisteranno i negozi fisici?

Anche se il fenomeno dell’e-commerce in Italia sta crescendo in maniera esponenziale anno dopo anno, tuttavia va considerato nella giusta misura e proporzione in base all’impatto che ha sull’intera popolazione.

Non bisogna quindi dimenticare che i negozi fisici raggiungono ancora il 90% nella propria quota d’appannaggio, mentre il commercio online incide “solo” del 6,5%.

Inoltre, un altro aspetto fondamentale riguarda il tax free. Come emerso dai dati di Planet e dal Gruppo McArthurGlen, molti turisti vengono in Italia solamente per fare shopping e i loro acquisti rappresentano oltre il 50% delle entrate totali dei grandi brand. In sintesi, spingono l’economia del lusso italiano.

L’e-commerce e i negozi fisici: l’idea di Xtribe

Come ogni “mezzo” tradizionale, uno dei modi che può permettere ai negozi fisici di non farsi schiacciare definitivamente dai colossi dell’e-commerce, Amazon e Alibaba su tutti, è quello di inglobare la tecnologia e di conseguenza le tecniche tipiche degli acquisti online.

Proprio per questo è nata nel 2012 l’app Xtribe che consente agli utenti di vedere i prodotti e servizi in vendita nelle immediate vicinanze e di acquistarli offline.

Dopo aver effettuato un’analisi dei 5.000 store fisici iscritta alla piattaforma, Mattia Sistigu, Founder e C.O.O. di Xtribe, ha stilato una lista di 7 consigli da seguire per utilizzare la rete a proprio vantaggio.

Ecco i 7 consigli per i negozi fisici:

  • Creare una sinergia tra la strategia di marketing digitale e quella offline
    I due sistemi di vendita non devono essere chiusi, ma comunicare tra loro costantemente. Ciò si può ottenere ricordando i propri canali social tramite flyer o adesivi a chi entra nel negozio fisico ed inserendo il proprio indirizzo sul sito web.
  • Utilizzare lo storytelling online per raccontare il punto vendita
    La comunicazione online è un punto fondamentale per indurre i visitatori a presentarsi fisicamente nel proprio negozio. Presentare il personale sul sito web è un’ottima strategia per creare online un legame di fiducia tra l’attività commerciale ed il potenziale cliente.
  • Svolgere una pubblicità mirata nella propria area
    Non bisogna poi dimenticarsi dell’importanza di svolgere una pubblicità mirata alla propria area. Utili sono per esempio le pubblicità sponsorizzate geolocalizzate, che permettono di andare a intercettare un pubblico in target. La vicinanza gioca un ruolo cruciale nel portare un utente del web a presentarsi fisicamente in negozio.
  • Fidelizzare i clienti tramite offerte esclusive
    Una strategia efficace è legata alla creazione di sconti o di regali esclusivi (e alla loro diffusione grazie a campagne di digital marketing) per i soli clienti che decideranno di acquistare direttamente nello store. Questa dinamica aumenterà notevolmente l’attenzione nei confronti del punto vendita.
  • Sfruttare le newsletter per raccontarsi
    Utilizzare una newsletter settimanale può essere uno strumento valido non solo per comunicare offerte e sconti, ma per raccontare ai propri clienti l’attività, le esperienze, le novità e la crescita dello store. Un modo meno invasivo e più intimo per essere sempre connessi con il proprio target.
  • Utilizzare correttamente i social media
    L’utilizzo dei canali social si presenta come un must per qualsiasi strategia di marketing digitale. È in questa fase che l’uso di hashtag specifici e dell’influencer marketing può portare ad un aumento dei clienti che si presentano fisicamente in negozio.
  • Ricordare l’estetica del punto vendita
    Un ultimo punto riguarda la presentazione del proprio spazio commerciale. Oggi è fondamentale avere un locale che sia di bella presenza, ordinato e pulito, in modo che anche i clienti si sentano incentivati a condividerlo sui social media.

Iscriviti alla newsletter Fintech per ricevere le news su E-commerce

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.