Donald Trump ha fatto causa a Deutsche Bank?

Donald Trump ha citato in giudizio Deutsche Bank, ma perché? I motivi dell’azione legale contro il colosso tedesco

Donald Trump ha fatto causa a Deutsche Bank?

Donald Trump ha fatto causa a Deutsche Bank?

All’inizio dell’anno il Congresso degli Stati Uniti ha iniziato a indagare sui rapporti intercorsi tra il Presidente e il colosso tedesco.

A confermare l’avvio dell’inchiesta, in quel caso, era stata la stessa Deutsche Bank, che si era detta sin da subito pronta a collaborare per chiarire le sue relazioni con Donald Trump prima e dopo le elezioni del 2016.

“Deutsche Bank è impegnata in un dialogo produttivo con quelle Commissioni per determinare il modo migliore e più appropriato per assisterle nelle loro funzioni di vigilanza”.

Qualche tempo dopo, più precisamente a marzo, sono circolati i primi dettagli sui rapporti tra Trump e Deutsche Bank. Secondo i rumor, l’istituto tedesco avrebbe prestato circa 2 miliardi al tycoon che dal canto suo avrebbe mentito sullo stato delle proprie finanze promettendo weekend e viaggi di lusso ai banchieri.

La citazione in giudizio della famiglia Trump contro Deutsche Bank è soltanto l’ultimo tassello di questa complicata vicenda.

Perché Trump ha fatto causa a Deutsche Bank

Secondo numerose testate internazionali, il Presidente degli Stati Uniti, tre dei suoi figli e la Trump Organization avrebbero citato in giudizio Deutsche Bank e Capital One, nel tentativo di impedirgli di rispondere alle citazioni e alle indagini del Congresso.

All’inizio di aprile, infatti, la Camera ha emesso un mandato di comparizione nei confronti dell’istituto tedesco, un mandato contro il quale si è scagliata l’intera squadra del Presidente.

“Questo caso coinvolge citazioni congressuali che non hanno uno scopo legittimo né lecito. Le citazioni sono state emesse per tormentare il Presidente Donald J. Trump, per frugare in ogni aspetto delle sue finanze personali, nelle sue attività e tra le informazioni private del presidente e della sua famiglia”.

Per dirla in altre parole, secondo i legali di Trump le indagini che hanno coinvolto anche Deutsche Bank sarebbero state avviate con il solo scopo di recare danno alla presidenza.

L’obiettivo degli avvocati sarà ora quello di ottenere dal tribunale la dichiarazione di invalidità e annullamento delle citazioni del Congresso. Alla base della citazione in giudizio, anche la richiesta di un’ingiunzione permanente per vietare a Deutsche Bank e Capital One di rivelare le informazioni richieste.

“Rimaniamo impegnati a fornire informazioni appropriate a tutte le indagini autorizzate e in merito ci atterremo agli ordini del tribunale”.

Così, senza fornire ulteriori dettagli, un funzionario di Deutsche Bank ha commentato la causa di Donald Trump a NCB News.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.