Domanda di pensione, quanto tempo prima è meglio presentarla?

Per avere la sicurezza di avere la liquidazione della pensione alla data di decorrenza del diritto, quanto tempo prima è consigliabile presentare domanda?

Domanda di pensione, quanto tempo prima è meglio presentarla?

Quando si presenta domanda di pensione uno dei rischi che si corre è che la lentezza burocratica di gestione delle richieste, porti ad arrivare alla data di decorrenza della pensione senza che l’assegno previdenziale sia stato effettivamente liquidato.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, approfitto del suo bagaglio professionale per volgere una nuova domanda, essa è: maturando i requisiti nel mese di luglio prossimo (poi seguirà la finestra dei 3 mesi) sempre con legge Fornero, quando sarebbe consigliabile presentare domanda affinché non ci sia un tempo di scoperto economico. Inoltre cosa accade se trascorrono alcuni mesi dopo aver raggiunto i requisiti (c’è sempre una finestra o cosa?). Grazie per le sue esaustive e competenti risposte.”

Domanda di pensione, quando è meglio presentarla?

Se fino a qualche anno fa si poteva presentare la domanda di pensione anche il mese prima della sua decorrenza, oggi i tempi si sono sensibilmente allungati per avere una risposta dall’INPS quando si richiede di andare in pensione.

Ovviamente non esiste un risposta univoca alla sua domanda, visto che il tutto dipendente dalla celerità dell’ufficio ma anche dal numero di pratiche da gestire .

In ogni caso, ad oggi, l’attesa per la gestione della pratica per la pensione varia dai 4 mesi per i dipendenti del settore privato ai 6 mesi per quelli del pubblico impiego (fermo restando che la risposta dell’INPS potrebbe arrivare sia prima che dopo questo lasso di tempo, che è solo una media dell’attesa).

Nel suo caso, maturando i requisiti a luglio 2021 e aggiungendo i 3 mesi di finestra di attesa per avere decorrenza della pensione anticipata, la decorrenza del suo trattamento pensionistico è fissata per il 1 novembre 2021.

Se lavora nel settore privato per stare tranquillo di vedersi corrispondere il primo assegno previdenziale il 1 novembre, dovrebbe iniziare a presentare domanda di pensione già a maggio, giugno 2021. Se lavora nel settore pubblico, invece, le consiglio di anticipare un paio di mesi.

In ogni caso, se anche la pensione dovesse essere liquidata successivamente al 1 novembre resta inteso che le saranno corrisposti tutti gli arretrati a partire dal 1 novembre 2021.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories