Disdetta assicurazione: come funziona?

Cristiana Gagliarducci

19/07/2017

13/10/2021 - 08:40

condividi

Disdetta assicurazione: come funziona? È necessario un modulo o una lettera per porre fine al contratto auto o casa? La guida completa alla cessazione della polizza.

Disdetta assicurazione: come funziona?

Disdetta assicurazione: come funziona e cosa bisogna fare per porre fine ad una polizza sull’auto o sulla casa?

Nel corso degli anni la normativa sulle assicurazioni è stata soggetta a numerose modifiche che oggi hanno portato in vigore una disciplina totalmente diversa rispetto a quella di qualche anno fa. Il fulcro della questione è il cosiddetto tacito rinnovo (e gli elementi ad esso collegati come il modulo di disdetta).

Le modalità di disdetta di assicurazione, soprattutto quella sull’auto, sono state modificate sia dal punto di vista formale che sostanziale. Il tutto in un’ottica di semplificazione e agevolazione delle procedure.

Il tacito rinnovo è un principio non più vigente al giorno d’oggi, ma soltanto per quel che riguarda la polizza auto, mentre per quella sulla casa le cose sono diverse. Ma allora come posso effettuare la disdetta di assicurazione? Ho bisogno di un apposito modulo di disdetta da inviare?

Il principio del tacito rinnovo

Fino a qualche anno fa le assicurazioni casa e auto si fondavano sul principio del tacito rinnovo tramite il quale alla scadenza della polizza il contratto veniva rinnovato automaticamente.

In quel caso la disdetta dell’assicurazione era possibile soltanto inviando un apposito modulo di richiesta e sottostando ad infinite tempistiche, burocratiche e non.

Il principio del tacito rinnovo non permetteva di garantire un’equa concorrenza tra le diverse compagnie assicurative ma soprattutto rendeva all’utente più difficoltosa la gestione della polizza auto, sia dal punto di vista della tempistica, sia da quello delle scartoffie da compilare e consegnare. Cosa è cambiato oggi?

Disdetta assicurazione auto: come funziona oggi?

Come accennato in precedenza, l’attuale disciplina per le auto non prevede più il suddetto principio del tacito rinnovo. Ciò significa che alla scadenza del contratto, la polizza non viene più rinnovata automaticamente bensì decade automaticamente.

In altre parole, se vogliamo procedere alla disdetta della nostra assicurazione non dovremo compilare né consegnare alcun modulo di richiesta. Il contratto scadrà e noi saremo liberi di stipularne un altro altrove, semplicemente presentando l’attestato di rischio che la vecchia compagnia assicurativa (che non dovrà necessariamente essere avvisata) invia almeno 30 giorni prima della scadenza. Se invece vogliamo continuare ad essere assicurati presso quella stessa compagnia, ogni anno bisognerà confermare tale intenzione.

Disdetta assicurazione su coperture aggiuntive

Nonostante il tacito rinnovo non sia più un principio applicabile all’odierna disciplina di disdetta dell’assicurazione, esso può essere ancora rintracciato quando si parla di coperture aggiuntive stipulate con contratto a parte rispetto alla polizza, ma sullo stesso veicolo.

In altre parole, se ho stipulato un contratto assicurativo con la compagnia X, e oltre al suddetto contratto ho anche stipulato coperture aggiuntive separate (un esempio è l’assistenza legale), la polizza scadrà in automatico, mentre per la disdetta di queste dovrò comunque avanzare un modulo o una richiesta apposita altrimenti saranno rinnovate e il rischio sarà quello di ritrovarsi inadempienti.

La disdetta di assicurazione sulla casa

In sintesi: la disdetta di assicurazione sull’auto avviene in modo diverso rispetto a quella sulla casa. Il principio del tacito rinnovo è stato abolito soltanto sul fronte automobilistico, mentre per quanto riguarda gli immobili le cose sono diverse: vi è anche una necessità di preavviso di 60 giorni.

Alla scadenza annuale il cliente sarà obbligato prima a versare il premio e soltanto in seguito ad avanzare richiesta tramite modulo o lettera. Quanto detto fino ad ora riguarda le assicurazioni sulla casa di un anno, mentre per i contratti pluriennali la disciplina si complica: se la polizza è stata stipulata prima di aprile 2007 può essere disdetta solo dopo 3 anni, ma se è stata stipulata dopo aprile 2007 può essere disdetta ogni anno.

Per procedere con la disdetta di assicurazione auto, invece, non bisogna presentare né moduli né richieste di sorta. La compagnia che vogliamo abbandonare non dovrà necessariamente essere informata della disdetta che avverrà comunque in automatico (tranne nel caso delle voci straordinarie). In caso di disdetta di assicurazione per passaggio ad un’altra compagnia, l’unica cosa da presentare sarà l’attestato di rischio.

Iscriviti a Money.it