Diritti tv, Rai e Amazon si aggiudicano i Mondiali in Qatar per €180 milioni

Pierandrea Ferrari

9 Aprile 2021 - 15:09

condividi
Facebook
twitter whatsapp

A Rai e Amazon i diritti tv delle 64 partite in programma dei Mondiali in Qatar 2022. 180 milioni di euro la cifra complessiva investita dai due broadcaster.

Diritti tv, Rai e Amazon si aggiudicano i Mondiali in Qatar per €180 milioni

Rai e Amazon si sono aggiudicate i diritti tv delle 64 partite in programma dei Mondiali in Qatar, la manifestazione calcistica che si terrà per la prima volta nella storia in inverno, tra il 21 novembre e il 18 dicembre 2022. In tutto, sono 180 i milioni di euro sborsati dalla tv di Stato italiana e dal colosso dell’e-commerce USA per i pacchetti della Fifa, tra partite in esclusiva e in co-esclusiva.

Si attende ora solo l’ufficialità dell’acquisto, prevista per la giornata di oggi.

Mondiali in Qatar, a Rai e Amazon i diritti tv

Nel dettaglio, la Rai, che detiene già i diritti delle gare di qualificazione ai Mondiali, degli Europei 2021 e delle amichevoli della Nazionale, ha ottenuto il lotto B1 per 130 milioni di euro, che garantisce la trasmissione in esclusiva di 25 partite e in co-esclusiva delle semifinali e della finale. L’emittente italiano avrà inoltre il diritto di prima scelta: le partite dell’Italia, in caso di qualificazione, saranno quindi trasmesse esclusivamente dalla tv pubblica, in chiaro.

Continua la sua espansione nel calcio, invece, Amazon, che dopo essersi assicurata i diritti delle migliori 16 partite del mercoledì del triennio Champions 2021-2024 e alcune gare della Premier League, ha acquistato per 50 milioni di euro il pacchetto B2. Sulla piattaforma di Bezos saranno quindi visibili, a pagamento, 36 partite “seconde scelte”, incluse le semifinali e la finale in co-esclusiva con la Rai.

Mediaset tagliata fuori

Fuori dai giochi invece Mediaset, che si era aggiudicata l’intera manifestazione del 2018 per 78 milioni di euro, una cifra contenuta ma coerente con il valore dei pacchetti, vista la mancata qualificazione dell’Italia. L’offerta messa sul piatto dalla holding di Pier Silvio Berlusconi, circa 155 milioni di euro complessivi, è stata giudicata insufficiente dalla Fifa.

Argomenti

# Calcio
# Rai tv

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.