Denuncia contro ignoti: modello, tempi e quando si può fare

Isabella Policarpio

17/04/2020

12/01/2022 - 13:40

condividi

Non sempre si conosce l’autore di un reato. In questi casi c’è la denuncia contro ignoti. Vediamo come, quando e dove farla e i termini da rispettare.

Denuncia contro ignoti: modello, tempi e quando si può fare

Fare una denuncia contro ignoti significa portare a conoscenza delle Forze dell’ordine un reato commesso da una persona della quale non si sa l’identità. Questo avviene, ad esempio, quando l’autore di una rapina ha il viso coperto o in caso di furto dell’automobile senza che vi sia alcuna traccia del ladro.

La denuncia contro ignoti va presentata nelle stesse modalità della denuncia ordinaria e ha lo scopo di dare impulso alle indagini per scoprire chi è l’autore del fatto e verificare esattamente la fattispecie di reato commessa.

In questo articolo vedremo cosa fare se vuoi sporgere denuncia contro un reato senza avere informazioni precise sull’autore, a chi devi rivolgerti e i termini da rispettare.

Si può fare una denuncia contro ignoti?

Certo, anche se non conosci nome e cognome o il volto della persona che ha commesso un reato puoi presentare la denuncia. Anzi, più che di una possibilità si tratta di un dovere civico. Nessuna norma di legge impone che l’atto di denuncia debba contenere le generalità dell’autore, a meno che non siano note.

La denuncia contro ignoti ha lo stesso valore giuridico della denuncia ordinaria con nome e cognome del presunto colpevole: dà impulso alle indagini e mette le Forze dell’ordine in allerta.

Come fare una denuncia contro ignoti e a chi rivolgersi

Ora che abbiamo chiarito che la denuncia contro ignoti è ammissibile, vediamo come si fa. Innanzitutto devi rivolgerti alle Forze dell’ordine più vicine a te: Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia postale o Guardia di finanza, recandoti di persona oppure tramite il servizio telefonico (per anziani e coloro che non possono muoversi).

Le modalità della denuncia verso ignoti sono le stesse della normale denuncia, può avvenire in due modi:

  • presentare la denuncia in forma scritta, con attenzione a descrivere tutti i dettagli che possono aiutare gli agenti ad individuare il colpevole (tono di voce e statura, ad esempio)
  • raccontare i fatti a voce. Saranno poi gli agenti presenti a redigere il verbale di quanto dichiarato.

Sia la denuncia in forma scritta che il verbale delle dichiarazioni del denunciante devono essere firmate di pugno, altrimenti non sono valide. Ricordiamo che la denuncia può essere presentata sia di persona che dall’avvocato delegato, in questo caso sarà lui a firmare l’atto.

Cosa deve contenere la denuncia contro ignoti

Vediamo nel dettaglio il contenuto della denuncia e, nello specifico, della denuncia contro ignoti. Per chiarire ogni dubbio ecco il dettato dell’articolo 332 del Codice di procedura civile:

“La denuncia contiene la esposizione degli elementi essenziali del fatto e indica il giorno dell’acquisizione della notizia nonché le fonti di prova già note. Contiene inoltre, quando è possibile, le generalità, il domicilio e quanto altro valga alla identificazione della persona alla quale il fatto è attribuito, della persona offesa e di coloro che siano in grado di riferire su circostanze rilevanti per la ricostruzione dei fatti .”


In sintesi non vi è l’obbligo di indicare le generalità del fatto, basta descrivere tutte le informazioni di cui si è a conoscenza.

I termini da rispettare

Valgono le regole ordinarie: per i reati più gravi non esiste scadenza, questi possono essere denunciati in ogni momento (si chiamano reati perseguibili d’ufficio), per le ipotesi meno gravi (ad esempio minaccia, molestie, disturbo della quiete) il termine è tre mesi dalla commissione o dalla scoperta del fatto.

Per i primi si procede con la denuncia, per i secondi la querela. Nel nostro articolo dedicato la differenza tra denuncia e querela.

Denuncia contro ignoti, che effetti produce?

Molti sono portati a pensare che la denuncia contro ignoti sia inutile poiché è impossibile o molto difficile risalire all’autore di un fatto quando si hanno pochi indizi a disposizione. Non è vero, anzi dobbiamo smentire questa credenza comune.

Senza dubbio risalire al colpevole può essere complicato, ma la denuncia contro ignoti ha il merito di allertare le Forze dell’ordine, aumentare i controlli e creare un clima di maggiore attenzione.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Reato

Iscriviti a Money.it