Dacia Spring è uno dei modelli che più stanno facendo parlare nel mondo dei motori appassionati e addetti ai lavori. Il piccolo SUV elettrico infatti secondo gli esperti è destinato a rivoluzionare il settore delle auto elettriche grazie ad un prezzo veramente low cost. Questa vettura, che deriverà dalla «cinese» Renault City K-ZE che in quel paese costa circa 8 mila euro, arriverà nelle concessionarie del nostro continente nella seconda metà del prossimo anno. 

Dacia Spring: grazie agli incentivi in Italia costerà pochissimo

Dacia Spring sarà costruita in Romania dove attualmente il prototipo è in fase di sviluppo, come testimoniano numerose foto spia apparse nelle scorse settimane sul web. Rimane fitto il mistero su quello che sarà il prezzo del modello in Europa. Sembra certo che l’auto costerà più della sua gemella cinese.

Questo in quanto sarà necessario modificare l’auto al fine di renderla idonea a percorrere le strade dei paesi nell’Unione Europea. Inoltre è probabile che Dacia voglia aggiungere qualche comfort in più per i più esigenti clienti europei.

In ogni caso, si pensa che l’auto continuerà ad avere un prezzo molto basso. Questo grazie ai generosi incentivi che tutti i principali paesi europei prevedono per chi acquista un’auto elettrica a zero emissioni.

Per quanto riguarda il nostro paese, si pensa che un simile modello possa avere molto mercato. La curiosità degli automobilisti nei confronti dei veicoli a zero emissioni cresce giorno dopo giorno e dunque un SUV elettrico da 3,7 metri low cost sicuramente farà gola a molti.

Probabile che agli inizi del 2021 avremo qualche certezza in più sui prezzi di Dacia Spring. In ogni caso in Italia si pensa che la vettura, grazie agli incentivi, possa arrivare ad avere un prezzo tra 9 e 10 mila euro al massimo. Questo significa che si tratterà dell’auto elettrica di gran lunga più economica tra tutte quelle presenti attualmente sul mercato e dunque il successo sembra assicurato.

Ricordiamo però che Dacia Spring presenta alcuni limiti importanti. Innanzi tutto ha un’autonomia molto limitata che non dovrebbe superare i 250 km con una ricarica e dunque l’uso sarà soprattutto urbano. L’altro grande limite è la velocità massima raggiungibile. Infatti in Cina la Renault City K-Ze non supera i 105 km orari e dunque difficilmente vedremo questo veicolo in autostrada dalle nostre parti.

Su questo ultimo punto però, secondo indiscrezioni non confermate, pare che Dacia stia cercando di fare qualcosa per garantire una maggiore velocità alla sua vettura. Vedremo dunque nei prossimi mesi quali altre novità arriveranno a proposito di questo futuro SUV elettrico che certamente sta destando non poche curiosità anche qui in Italia, tanto che c’è qualcuno che parla di vera e propria rivoluzione.