CryptoKitties: cos’è e come funziona il gioco con Ethereum e gattini

Cos’è e come funziona CryptoKitties, il gioco con i gattini basato sulla blockchain di Ethereum.

CryptoKitties: cos'è e come funziona il gioco con Ethereum e gattini

Unisce criptovalute e gattini CryptoKitties, il gioco virtuale che oltreoceano è diventato un vero e proprio tormentone. Una sorta di Tamagotchi online che consente ai giocatori di comprare gatti, costruire la propria colonia felina e vendere i mici con le migliori caratteristiche ad altri utenti. Un gioco come tanti, se non fosse che il mercato dei cripto-gattini viene gestito tramite Ethereum e un portafogli digitale da usare sul Marketplace.

Ogni CryptoKitty è unico nel suo genere, appartiene al 100% al suo possessore e se molto raro può essere venduto a caro prezzo. Non ci credete? Pensate che un CryptoKitty particolarmente raro è stato venduto per oltre 100mila dollari. In totale le vendite di gattini finora hanno fruttato circa 3 milioni di dollari: una cifra impressionante per un gioco uscito da pochi giorni.

Ecco una breve e utile guida a come funziona e come si gioca a CryptoKitties.

Come funziona CryptoKitties

CryptoKitties è uno dei primi giochi al mondo a basarsi sulla tecnologia Blockchain, la stessa di Bitcoin ed Ethereum. E proprio come le criptomonete, anche i criptogattini possono essere acquistati, venduti o scambiati, con la certezza che la blockchain traccerà in modo affidabile e sicuro la loro proprietà. Ma CryptoKitties non è un sistema di generazione e vendita di criptovalute, bensì una piattaforma per chi vuole cimentarsi nella criptocollezione di gattini virtuali.

Lo scopo del gioco non è uno solo: si possono semplicemente comprare gattini per il gusto di farlo, farli riprodurre e sapere che saranno eternamente nostri grazie alla blockchain. Ma la maggior parte degli utenti mira ad allevare i gatti per ottenere specie rare, che all’asta possono essere molto costose.

CryptoKitty: come fare acquisti con Ethereum

Per giocare a CryptoKitty c’è bisogno dell’Ethereum (ETH), in cui va convertita la propria valuta per pagare gli acquisti nel gioco. La prima cosa da fare, quindi, è comprare un po’ di ETH e depositarlo in un portafogli digitale chiamato MetaMask che avremo precedentemente installato. Ecco come comprare Ethereum.

A questo punto si accede al sito di CryptoKitties e si crea un account. Si inizia comprando un gattino, anzi due (scegliendo madre e padre), in modo da farli riprodurre. Per farlo bisogna cliccare su MarketPlace e scegliere il gattino che piace di più selezionando Acquista ora. MetaMask chiederà conferma della transazione.

Al momento non esiste un’app per smartphone iOS o Android, e CryptoKitties funziona solo dal sito ufficiale, a cui accedere dal PC.

Con MetaMask connesso alla rete principale di Ethereum l’utente può acquistare, vendere e allevare i gattini. All’inizio il gioco può sembrare noioso: si accudiscono i mici come un Tamagotchi e si possono comprare, prendere in prestito e coccolare. Il gioco diventa interessante nella fase in cui si inizia a capire quali sono i gatti più rari e come ottenerli. In questo è utile il sito di kitty-tracking CryptoKittydex, secondo cui ci sono solo 81 gattini di razza Maine Coon e 156 gatti del Bengala.

La società ha rilasciato finora centinaia di criptogattini, ma è possibile riprodurre un numero quasi illimitato di cuccioli. Ogni gatto non è solo quello che appare, ma ha una serie di caratteristiche che si svelano attraverso la riproduzione. Alcune combinazioni genetiche, infatti, possono sbloccare tratti completamente nuovi tutti da scoprire. Ad esempio, far accoppiare un gatto dagli occhi verdi e uno dagli occhi blu potrebbe sbloccare un gatto raro con gli occhi viola.

Le combinazioni speciali portano alla creazione di Fancy Cats ispirati a personaggi famosi reali, come ad esempio Feline Musk o Kitty Perry.

Quanto costa

Ogni gatto ha un prezzo che varia a seconda del mercato. L’utente imposta il proprio prezzo iniziale, che scende fino alla fine dell’asta o quando il Kitty viene acquistato da un altro utente. Il prezzo di partenza è determinato dal prezzo medio degli ultimi 5 CryptoKitties venduti più il 50%.

Per pagare nel gioco non si può ancora usare una carta di credito poiché c’è solo il supporto a servizi come Coinbase con cui acquistare ETH con carta di credito.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Ethereum

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 ore fa

Bitcoin e non solo: le criptovalute crollano di nuovo

Bitcoin e non solo: le criptovalute crollano di nuovo

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

ieri

Prezzo Ethereum giù: hard fork il 19 gennaio. Le informazioni utili

Prezzo Ethereum giù: hard fork il 19 gennaio. Le informazioni utili

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

3 giorni fa

10 migliori criptovalute 2017: il loro rally proseguirà anche nel 2018?

10 migliori criptovalute 2017: il loro rally proseguirà anche nel 2018?

Commenta

Condividi