CrowdFundMe, i-RFK: al via operazione di crowdlisting su Euronext

Giulia Adonopoulos

22/07/2019

Con il lancio della campagna di i-RFK su CrowdFundMe anche la più grande borsa europea in termini di capitalizzazione aggregata di mercato è pronta per aprirsi al crowdfunding e inserirlo nella filiera del mercato dei capitali.

CrowdFundMe, i-RFK: al via operazione di crowdlisting su Euronext

Un rapporto sempre più sinergico quello tra equity crowdfunding e finanza tradizionale. La piattaforma CrowdFundMe, che a fine marzo 2019 è sbarcata in Borsa, ha lanciato la campagna di Innovative-RFK (i-RFK), dando il via a un’operazione di crowdlisting su Euronext, la prima avviata da una holding industriale in Italia.

La missione di i-RFK è investire in PMI e startup innovative con un solido profilo per supportare la loro crescita e internazionalizzazione.

Il crowdlisting è il percorso con cui le PMI italiane alla ricerca di capitali e investitori possono replicare su Euronext, la principale borsa valori pan-europea e 7^ al mondo, le IPO su AIM Italia ma in modo più semplice, rapido ed economico. In sostanza il crowdlisting consiste in una normale raccolta di equity crowdfunding al termine della quale, in conformità alle norme e ai regolamenti del mercato e l’approvazione del gestore del mercato, la società emittente può richiedere la quotazione su Euronext.

CrowdFundMe si apre a un nuovo mercato

CrowdFundMe, dopo essere stato il primo portale di equity crowdfunding a quotarsi in Borsa, e dopo il successo dell’affiancamento all’emittente CleanBnB per la quotazione sul listino AIM, apre le porte a un nuovo mercato. La piattaforma si conferma così intermediario chiave per nell’incontro tra la domanda e l’offerta di capitali, anche da parte di soggetti finora esclusi dal mondo borsistico. “La sinergia tra Fintech e mercati tradizionali offre innumerevoli opportunità, molte delle quali ancora inesplorate: noi vogliamo essere i primi e i pionieri dell’incontro tra questi due mondi. Per offrire alle società nuove forme di finanziamento e di creazione di valore, e agli investitori maggiori strumenti, sempre più liquidi, per diversificare il portafoglio” ha detto l’AD Tommaso Baldissera Pacchetti.

La società è stata fondata nel 2017 da Paolo Pescetto, Massimo Laccisaglia e Andrea Rossotto, che vantano un solido background in operazioni di finanza straordinaria e strategia di impresa. A oggi i-RFK ha investito un capitale pari a 6,5 milioni di euro in 5 partecipate del settore IT, Health Care e Finance, generando nel 2018 un valore di 8,3 milioni che nel 2019 si attende essere di 12,4 milioni. L’obiettivo minimo di raccolta è 500.000 euro, per un massimo di 2.500.000.

Leggi anche Equity Crowdfunding: agevolazioni fiscali e incentivi

Da non perdere su Money.it

Iscriviti a Money.it