Criptovalute delle banche centrali: la mossa di Mastercard è rivoluzionaria

15 settembre 2020 - 12:53 |
15 settembre 2020 - 14:53 |

Il colosso dei pagamenti ha lanciato una piattaforma di test per le valute virtuali delle banche centrali (CBDC) per simulare emissione, distribuzione e scambio di criptovalute tra banche e consumatori.

Criptovalute delle banche centrali: la mossa di Mastercard è rivoluzionaria

Le banche centrali di tutto il mondo si stanno avvicinando all’idea di testare o emettere le proprie criptovalute. Secondo un’indagine, l’80% di loro sta effettuando ricerche e il 40% è già passato alla fase sperimentale.

Le CBDC (Central Bank Digital Currencies) sono progettate per rappresentare l’alternativa digitale alla valuta fiat di un Paese, riflettendo lo stesso valore e godendo delle stesse garanzie della cartamoneta. Lo sviluppo delle criptovalute nazionali risponderebbe a una serie di obiettivi, dalla promozione dell’inclusione finanziaria alla modernizzazione dell’ecosistema dei pagamenti.

Le banche centrali testano le proprie criptovalute

A settembre 2020 Mastercard ha lanciato un ambiente di test virtuale proprietario per testare le criptovalute delle banche centrali e valutarne i casi d’uso.

In pratica, tramite la piattaforma di test le banche centrali possono vedere se le proprie valute virtuali si adatterebbero alle esigenze di una regione o di un Paese.

Come? L’ambiente virtuale messo a disposizione da Mastercard simula un ecosistema di emissione, distribuzione e scambio di criptovalute con banche e consumatori, incluso il modo in cui la valuta virtuale può interfacciarsi con le reti e le infrastrutture di pagamento esistenti, come carte e pagamenti istantanei. Tra le altre cose dimostra come una persona può utilizzare la CBDC per fare acquisti in tutti i posti che accettano Mastercard, e permette di esaminare progetti e casi d’uso della tecnologia CBDC per determinare più rapidamente il valore e la fattibilità in un mercato, valutando inoltre costruzione tecnica e livello di sicurezza.

Mastercard a sostegno delle criptovalute

Mastercard ha già fatto la sua prima mossa significativa nel supporto alle criptovalute a luglio, con l’annuncio di Wirex come primo fornitore di moneta virtuale a poter accedere l Mastercard Accelerate Program, il programma del colosso che “aiuta le aziende fintech a salire di livello collegandole a futuri partner tecnologici, soluzioni end-to-end e innumerevoli modi per innovare”. Fino all’1,5% degli acquisti in bitcoin verrà rimborsato agli utenti tramite il programma fedeltà Wirex Cryptoback.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories