Covid, arriveranno altre epidemie peggiori: l’OMS lancia l’allarme

Martino Grassi

29 Dicembre 2020 - 10:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La pandemia di coronavirus non sarà l’ultima, in futuro arriveranno delle epidemie peggiori rispetto a questa. L’Organizzazione Mondiale della Sanità lancia l’allarme.

Covid, arriveranno altre epidemie peggiori: l'OMS lancia l'allarme

Dopo la pandemia di coronavirus arriveranno altre epidemie peggiori. È questo il drammatico scenario prospettato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che lancia l’allarme.

Al momento, secondo quanto riportato dalla John Hopkins University il virus responsabile della Covid-19 è già riuscito ad infettare 81 milioni di persone in tutto il mondo dalla sua scoperta nella città di Wuhan in Cina, ed è responsabile di quasi 1,8 milioni di morti.

OMS: “Arriveranno epidemie peggiori del Covid”

Con l’avvio della vaccinazione di massa in Europa, il vecchio continente si è dotato di una nuova arma per cercare di limitare l’avanzata del nuovo patogeno che da mesi sta stravolgendo le nostre vite, ma il futuro potrebbe non essere così roseo come immaginiamo. Secondo l’OMS infatti, potrebbero verificarsi delle epidemie ancora peggiori rispetto e questa e proprio per questo motivo esorta il mondo a prepararsi seriamente. Il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in un videomessaggio su Twitter, in occasione della prima Giornata mondiale di preparazione alle epidemie, ha dichiarato:

“La storia ci dice che Covid-19 non sarà l’ultima pandemia. Dobbiamo impegnarci, e investire per essere preparati, in modo che i nostri figli ereditino un mondo più sicuro e sostenibile”.

A fare eco alle dichiarazioni di Ghebreyesus anche il capo delle emergenze dell’OMS, Michael Ryan, che ha ammesso: “Questa pandemia è stata molto grave. Si è diffusa in tutto il mondo in modo estremamente rapido e ha colpito ogni angolo di questo pianeta, ma non è necessariamente la più grande.

Il Covid ha un tasso di mortalità più basso rispetto ad altre malattie

Michael Ryan, il capo delle emergenze dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha inoltre precisato che sebbene il virus è “facilmente trasmissibile e uccide le persone”, ha dimostrato di avere un tasso di mortalità nettamente inferiore rispetto ad altre infezioni conosciute. Proprio per questo motivo “dobbiamo prepararci per qualcosa che potrebbe essere ancora più grave in futuro”.

“Negli ultimi 12 mesi, vite ed economie sono stati sconvolte da Covid-19. Ma negli anni l’OMS e i nostri partner avevano avvertito che il mondo non era preparato a una pandemia, ha aggiunto ancora il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità rinnovando il suo appello: prepararsi per poter affrontare le nuove minacce che il futuro ci riserva.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories