Covid, un Paese in Europa ha dichiarato finita la pandemia: ecco quale

Martino Grassi

8 Giugno 2021 - 16:41

condividi

In un Paese in Europa il Covid sembra aver allentato la sua morsa tanto che è stata dichiarata finita la pandemia. Ecco qual è.

Covid, un Paese in Europa ha dichiarato finita la pandemia: ecco quale

La pandemia può dirsi finita in un Paese in Europa: si tratta della Norvegia. L’annuncio arriva proprio da Preben Aavitsland, responsabile medico dell’Istituto di sanità pubblica. La dichiarazione che molti Stati sperano di poter fare presto arriva su Twitter accompagnato da un grafico che mostra la diminuzione dei ricoveri negli ospedali norvegesi.

Ad oggi solamente poco più del 30% della popolazione norvegese ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid, secondo quanto riportato dal sito web Ourworldindata, ma nonostante questo la situazione sembra essere ormai fuori pericolo, tanto che si registrano solo un centinaio di contagi al giorno.

Covid, un Paese in Europa ha dichiarato finita la pandemia

“Qui in Norvegia la pandemia è per così dire finita. Possiamo prepararci al fatto che il coronavirus occupi uno spazio molto ridotto nelle nostre vite”. Sono queste le parole incoraggianti che ha usato Aavitsland in una lunga spiegazione pubblicata sul tabloid VG.

Il responsabile medico dell’Istituto di sanità pubblica ha tuttavia ribadito l’importanza di continuare a rispettare le norme di prevenzione attualmente in vigore nel Paese, estremamente più morbide rispetto a quelle in Italia, dato che ad esempio, l’uso della mascherina è solo consigliato e non obbligatorio: “Il consiglio che do è comunque quello di continuare a rispettare le regole che ci siamo dati. Se continueremo a farlo presto ci libereremo davvero del Covid”.

In sostanza Aavitsland ha precisato che “un capo dei vigili del fuoco direbbe che l’incendio è domato, il pericolo per le persone e le loro abitazioni è rientrato, ma restano piccole fiammate qua e là e dobbiamo rimanere vigili.

La situazione in Norvegia

A smorzare l’ottimismo il vicedirettore della Direzione norvegese per la salute Espen Nakstad: “Stiamo assistendo a un progressivo e incoraggiante calo dei ricoverati ma la pandemia non è ancora finita; anche se in Norvegia possiamo notare tassi di infezione sempre più bassi man mano che vengono vaccinate più persone, bisogna ricordare che la variante Delta si sta diffondendo abbastanza velocemente nel Regno Unito. Questo significa che non possiamo rilassarci completamente in Norvegia finché tutti non avranno ricevuto la loro seconda dose di vaccino”.

La Norvegia durante le tre ondate che hanno colpito l’Europa è stato il Paese che ha registrato uno dei tassi di infezione più bassi, complice la bassa densità di popolazione, la posizione abbastanza isolata, e gli interventi tempestivi del governo. In totale, da inizio pandemia, il numero totale dei contagi è stato di 127.066 casi e solamente 784 decessi, cifre inferiori anche alla vicina Svezia che ha deciso di non ricorrere al lockdown nel corso degli scorsi mesi.

Argomenti

Iscriviti a Money.it