Coronavirus, nuovo decreto: novità e testo

Isabella Policarpio

05/03/2020

25/06/2021 - 17:21

condividi

Il Premier Conte ha firmato il nuovo decreto con le misure sanitarie contro il coronavirus: i cittadini devono astenersi da baci, abbracci e strette di mano; distanza di sicurezza di un metro e anziani in casa. Qui testo ed elenco delle nuove misure.

Alla fine di un vertice di Governo di molte ore, il Premier Conte ha firmato un nuovo decreto con le misure preventive contro il contagio da coronavirus. Il decreto serve a scongiurare l’aumento dei contagi, dato che le strutture sanitarie e il personale medico-infermieristico sono allo stremo.

Oltre alla chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e delle università fino al 15 marzo, nel testo del decreto sono elencate molte misure sanitarie a cui tutti i cittadini devono attenersi, e non solo quelli che vivono nelle regioni del Nord e nei Comuni della zona rossa. Si tratta di restrizioni notevoli alla vita associativa: gli eventi sportivi si terranno a porte chiuse, annullati moltissimi concerti, congressi, convegni, limitazioni nei cinema, teatri e club. Si invita a rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro tra gli individui e ad evitare baci, abbracci, strette di mano e saluti affettuosi. Gli anziani, che sono i soggetti più a rischio, devono rimanere in casa e limitare i contatti con l’esterno. Qui il testo del decreto appena firmato con tutte le misure sanitarie e comportamentali contro l’emergenza sanitaria.

Coronavirus, firmato nuovo decreto: niente baci, distanza di sicurezza e anziani a casa

In tempo di coronavirus stanno cambiando molte delle nostre abitudini, in particolare per scongiurare il contagio, tutti i cittadini - anche quelli che non vivono nelle zone a rischio - devono evitare luoghi affollati, eventi sportivi e culturali, cinema, discoteche e ogni altro luogo di aggregazione dove è impossibile evitare il contatto ravvicinato tra persone. Tra i diversi decreti emanati sul tema, l’ultimo è quello del 4 marzo 2020, firmato dal Presidente del Consiglio Conte dopo una lunga riunione con i vertici della Sanità italiana.

Nel testo del decreto vengono elencate una serie di misure preventive che dovrebbero limitare il numero dei contagiati dal COVID-19, valide per le prossime due settimane. Vediamole nel dettaglio:

  • sospensione di congressi, riunioni e ogni altro evento sociale in cui è impossibile rispettare le distanze di sicurezza e in cui è coinvolto il personale sanitario;
  • sospese tutte le manifestazioni, eventi e spettacoli (anche quelli teatrali e cinematografici) che comportano affollamento;
  • le competizioni sportive si svolgeranno a porte chiuse. Gli allenamenti degli atleti si svolgeranno all’aperto e senza pubblico;
  • sospensione fino al 15 marzo dell’attività scolastica di ogni ordine e grado e universitaria. Ove possibile le lezioni si svolgeranno in via telematica. Sono altresì sospesi i viaggi d’istruzione;
  • divieto per accompagnatori dei pazienti a sostare in Pronto soccorso e limitazione all’accesso di parenti e visitatori nei reparti ospedalieri;
  • possibilità per le aziende di sfruttare il telelavoro;
  • tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione sono invitate a stare in casa e a limitare i contatti con l’esterno;
  • rispetto delle distanze di sicurezza nello svolgimento dei concorsi, pubblici e privati;
  • pulizia e sanificazione straordinaria dei mezzi di trasporto pubblico.

    Si allega il testo del decreto con tutte le misure da rispettare fino a metà marzo.

    Dpcm 4 marzo 2020: misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus

Argomenti

# Legge

Iscriviti a Money.it