Coronavirus Veneto: la nuova ordinanza di Zaia prevede altre restrizioni

L’aumento di nuovi casi positivi al COVID-19 preoccupa il governatore del Veneto Luca Zaia che firmerà un’ordinanza con ulteriori misure restrittive. Inoltre, introdurrà un’app per i contagiati.

Coronavirus Veneto: la nuova ordinanza di Zaia prevede altre restrizioni

Il presidente della regione Veneto appena confermato, Luca Zaia, ha annunciato una nuova ordinanza che sarà tesa a evitare gli assembramenti, precisando che non prevederà alcun lockdown. Quali misure restrittive contro la diffusione del COVID-19 entreranno in vigore, e quando?

La prossima ordinanza anti COVID-19 in Veneto

Il governatore del Veneto, dalla sede della Protezione Civile di Marghera, non ha voluto sbilanciarsi, tenendo per sé le sue intenzioni in merito al contenuto della prossima ordinanza, che potrebbe entrare in vigore a partire da lunedì 26 ottobre 2020, e non si sa fino a quando.

Luca Zaia ha anticipato, però, l’obiettivo di modificare il modello di sanità pubblica presentato nei giorni scorsi, probabilmente per adeguarlo alla crescita del numero di casi positivi al coronavirus. A proposito di dati, il presidente della regione Veneto afferma che ci sono 588 pazienti ricoverati in ospedale, di cui 66 in terapia intensiva. Una situazione ancora sotto controllo, senza alcun stress sulle strutture sanitarie, ma con il pericoloso aumento dei contagi, è bene tenersi pronti.

Zaia sottolinea, che nel caso in cui dovessero esserci oltre 150 pazienti ricoverati in terapia intensiva, procederà con l’attivazione di 10 ospedali dedicati esclusivamente ai pazienti COVID-19, il che significa anche non consentire l’accesso a pazienti non ammalati di coronavirus.

Come riportato da Adnkronos, Zaia denuncia la grave mancanza di personale medico, in Italia di 56.000 unità, in Veneto di 1,300. Per ovviare a tale carenza, la sua idea è di inviare in corsia i neolaureati.

Zaia introdurrà un app

Il lockdown o il divieto di spostamenti interregionale non è contemplato dal presidente del Veneto, che invita all’uso della mascherina. Zaia ha poi annunciato l’introduzione di un’app che consente di controllare l’andamento dell’infezione da COVID-19 per ogni caso. Come? Semplicemente, chi è positivo deve rendere note le proprie condizioni di salute tramite la piattaforma.

Il bollettino COVID-19 Veneto

Nelle ultime 24 ore, il bollettino coronavirus del 22 ottobre 2020 indica che nella regione Veneto sono stati registrati 1.325 casi positivi in più (ieri il dato era di 1.582) per un totale di 39.590 unità. 19 i morti che fanno salire il bilancio dei decessi COVID-19 a 2.301. Le terapie intensive sono aumentate di un’unità.

Il numero dei nuovi casi positivi in Veneto, è migliore solo rispetto alla Lombardia con 4.125, il Piemonte con 1.550 e la Campania con 1.541, Le altre regioni che hanno fatto registrare oltre mille casi in più rispetto a ieri, sono Lazio con 1,251 e Toscana con 1.145. Il totale in Italia di nuovi casi è ancora un record: 16.079 e 136 decessi.

Argomenti:

Coronavirus Luca Zaia

Iscriviti alla newsletter

Money Stories