Conte rassicura gli investitori e Borsa Italiana dimezza le perdite

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rassicurato i mercati finanziari di fronte all’allargamento dello spread BTp-Bund: «non temete né per la tenuta del Governo né per i conti pubblici». FTSE Mib risponde dimezzando le perdite di inizio seduta

Conte rassicura gli investitori e Borsa Italiana dimezza le perdite

Piazza Affari in evidenza dopo le parole di Conte che ha rassicurato i mercati di fronte all’allargamento dello spread BTp-Bund. «Non temete né per la tenuta del Governo né per la disciplina in materia di conti pubblici», precisa il Presidente del Consiglio.

Immediata la risposta dell’indice FTSE Mib che recupera metà delle perdite registrate da inizio seduta, riportandosi a 20.791,50 punti (-0,41%). La performance del principale indice azionario italiano rimane negativa ma in recupero rispetto la perdita dell’1,56% maturata prima delle parole di Conte.

Toni maggiormente conciliatori sono stati utilizzati oggi dal Presidente del consiglio rispetto le parole del Vicepremier Matteo Salvini (clicca qui per notizia correlata), che si è detto pronto a superare il tetto UE del deficit/Pil del 3% e del 130-140% tra debito e Pil, scuotendo il mercato con lo spread BTp/Bund schizzato a 292 punti.

«Quello che posso fare come presidente del Consiglio è dare un messaggio a tutti i mercati, agli investitori istituzionali e non, a tutte le istituzioni finanziarie: non c’è assolutamente nulla di cui preoccuparsi», dice durante un evento a Frascati.

«Questo governo andrà ancora avanti, arriverà a fine legislatura perché ha ancora un programma molto ambizioso da raggiungere. Lo farà tenendo i conti in ordine» aggiunge.

Tria: «aumento dello spread ingiustificato»

A rassicurare gli investitori anche le parole del Ministro dell’Economia Giovanni Tria: «Il governo sta lavorando per raggiungere i propri obiettivi di bilancio, che sono quelli indicati nel Def, pertanto il nervosismo dei mercati che ha portato a un aumento dello spread è ingiustificato, per quanto comprensibile».

«Il nervosismo dei mercati, che si legge nelle oscillazioni dello spread, è ingiustificato ma comprensibile alla vigilia di queste importanti elezioni europee. Ingiustificato perché gli obiettivi di finanza pubblica del governo sono quelli proposti dal governo stesso e approvati dal parlamento con il Documento di economia e finanza», scrive Tria.

«Il governo è al lavoro perché questi obiettivi siano raggiunti nel quadro di una politica di sostegno alla crescita e all’occupazione», conclude il ministro.

Dopo le parole di Conte e Tria lo spread BTp-Bund è calato dello 0,71% ed al momento si attesta a 285 punti base.

Notizie dagli Usa contribuiscono a rassicurare investitori

A rassicurare gli investitori sono anche le notizie in arrivo da Oltreoceano, relativamente alla tensioni commerciali. L’Amministrazione Trump probabilmente ritarderà di circa sei mesi la decisione relativa all’applicazione dei dazi sulle auto (clicca qui per approfondire).

A Piazza Affari vola FCA, che recuperano ampio terreno da un inizio di seduta particolarmente negativo. Le azioni del gruppo guidato da Mike Manley si attestano a quota 13,046 euro, al +1,10% rispetto alla chiusura di ieri. Bene anche Pirelli, al momento in progresso dell’1,83% a 5,794 euro.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

GGM • 1 settimana fa

«Il nervosismo dei mercati, che si legge nelle oscillazioni dello spread, è ingiustificato» dice Tria. Beh, ieri un certo vicepremier andava in giro a dire: chissenedìfrega se aumentiamo il debito oltre il 140% del PIL, chissenefrega se gli anni prossimi faremo più del 3% di deficit. E chi si occupa del rischio Italia dovrebbe far finta di niente? Ma fino a quando ci prenderete in giro? Fino a quando non vi parlete prima di dire uno l’opposto dell’altro? Fino a quando ci farete pagare miliardi di € in più di interessi sul debito ogni anno per farvi la vostra campagna elettorale? Per fortuna che ci sono l’Europa e le banche che ci comprano il debito, se no altro che 63 miliardi di € di interessi all’anno da pagare...

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.