Concorso scuola ordinario, novità Miur: decreto e nuova tabella dei titoli

Teresa Maddonni

18 Gennaio 2022 - 21:37

condividi

Per il concorso scuola ordinario secondaria di primo e secondo grado annuale arriva il regolamento ufficiale con decreto del Miur. Nuova tabella dei titoli, punteggi e prove.

Concorso scuola ordinario, novità Miur: decreto e nuova tabella dei titoli

Il concorso scuola ordinario per la secondaria di primo e secondo grado diventa annuale e arrivano le novità ufficiali del Miur che ha pubblicato il nuovo Regolamento con le prove, la tabella per la valutazione dei titoli e i programmi.

Si tratta nel dettaglio del decreto n.326 del 9 novembre 2021 che riporta le disposizioni sul concorso scuola su posto comune e di sostegno nella secondaria come modificato ai sensi dell’articolo 59, comma 11, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n.10, il Sostegni bis.

Il decreto Sostegni bis ha modificato il concorso scuola eliminando definitivamente la prova preselettiva e introducendo un’unica prova scritta con quesiti a risposta multipla. Alla prova scritta fa seguito la prova orale. Si cambia dal 2022 dunque in via ormai ufficiale.

Vediamo nel dettaglio le novità del regolamento del MIUR per il concorso scuola ordinario della secondaria di primo e secondo grado, la tabella dei titoli aggiornati e programmi.

Concorso scuola ordinario, novità Miur: la prova

Per il concorso scuola ordinario per la secondaria di primo e secondo grado il Miur ha reso note la nuova tabella per la valutazione dei titoli e le indicazioni, con i programmi, per la prova scritta che sarà unica computer based e differenziata per classe di concorso.

Decreto n. 326 del 9 novembre 2021
Regolamento concorso scuola ordinario secondaria.

Le nuove regole, come anticipato, stabiliscono che il concorso scuola ordinario sia bandito ogni anno sulla base dei posti disponibili.

Al termine del concorso scuola viene formulata la graduatoria in corrispondenza dei posti banditi per regione e specifica classe di concorso sia su posto comune che su sostegno. Il 30 per cento dei posti è riservato ai docenti precari con almeno 3 anni di servizio.

Il superamento delle prove, anche per coloro che non risultano vincitori, permette di acquisire l’abilitazione all’insegnamento.

La prova scritta computer based è distinta per classe di concorso, tipologia e dura 100 minuti e verte sui programmi dell’allegato A che riportiamo di seguito.

La prova del concorso scuola ordinario per la secondaria di primo e secondo grado si compone, come specifica il decreto del Miur, di 50 quesiti così ripartiti:

  • per i posti comuni, 40 quesiti a risposta multipla distinti per ciascuna classe di concorso, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa;
  • per i posti di sostegno, 40 quesiti a risposta multipla inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
  • per i posti comuni e di sostegno, 5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e 5 quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Ciascun quesito presenta quattro risposte di cui solo una è esatta. Il Miur specifica che non verrà pubblicata la banca dati. Chi supera la prova scritta accede all’orale.

La prova orale del concorso scuola ordinario non solo accerta le conoscenze secondo quanto previsto dall’allegato A con i programmi, ma consiste anche in una lezione simulata. Entrambe le prove sono superate da chi consegue una votazione pari almeno a 70/100.

Allegato A
Programma concorso scuola secondaria.

Concorso scuola ordinario: requisiti e tabella dei titoli

Il decreto sul concorso scuola ordinario secondaria di primo e secondo grado specifica anche quali sono i requisiti, come vedremo di seguito, prima di soffermarsi sulla valutazione dei titoli con la nuova tabella.

I requisiti per il posto comune sono:

  • abilitazione alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • oppure titolo di accesso alla specifica classe di concorso congiuntamente a titolo di abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • oppure titolo di accesso alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente congiuntamente al possesso dei 24 CFU/CFA in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche di cui al DM 616/2017.

Possono partecipare invece al concorso scuola ordinario bandito annualmente per i posti di sostegno coloro che hanno i seguenti requisiti vale a dire l’essere in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, di uno dei titoli sopra indicati congiuntamente al titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado.

Per quanto riguarda invece la valutazione dei titoli, come anticipato, per il nuovo concorso scuola si fa riferimento alla tabella dell’allegato B che riportiamo di seguito.

Come specifica il decreto l’allegato B “identifica i titoli valutabili nei concorsi per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado, su posto comune e di sostegno, e la ripartizione dei relativi punteggi.”

In generale, come specifica il Miur nel nuovo regolamento del concorso scuola ordinario per la secondaria di primo e secondo grado, le commissioni giudicatrici dispongono di 250 punti così ripartiti:

  • 100 per la prova scritta;
  • 100 per la prova orale;
  • 50 per i titoli.
Allegato B
Tabella titoli valutabili concorso scuola secondaria.