Concorso infermieri 2016: come superare le prove?

Chiara Ridolfi

13/05/2016

13/05/2016 - 11:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I concorsi per infermieri sono tra i più affollati in Italia, come riuscire a vincere uno degli ambitissimi posti? Quali sono i nuovi concorsi? Come si svolgono le prove? Ecco tutti i dettagli.

I concorsi per infermieri sono tra i più difficili da vincere in Italia, i candidati sono di solito migliaia e i posti davvero pochi. Ci sono addirittura concorsi in cui si presentano 15/20.000 infermieri, quando il posto in palio è solo uno.

Sebbene negli ultimi tempi i sindacati abbiano denunciato più e più volte la situazione, non sembra cambiare (quasi) nulla. I giovani infermieri sono costretti a espatriare o a lavorare in cliniche private. I posti nel settore pubblico sembrano essere congestionati anche nell’ambito infermieristico.

In questo periodo però sembra muoversi qualcosa e i concorsi indetti per i prossime mesi nelle maggiori città italiane mettono a disposizioni molti più posti di quelli che c’erano in passato. Ma come prepararsi al meglio? Come superare il concorso? Quali sono i passaggi da fare? Scopriamo tutti i dettagli e le date dei prossimi concorsi.

Concorso infermieri:come superare la prova scritta?

La prima prova nei concorsi per i infermieri è quella scritta. Un quiz a crocette che verte su gran parte della teoria che si è studiata durante il periodo universitario. Come affrontare la prova scritta? Ecco alcuni consigli:

  • in questi casi la risposta migliore è la prima che ci viene in mente, non cadete in ripensamenti e cancellature che potrebbero farvi perdere punti preziosi. Barrate prima tutte le risposte di cui siete sicuri e poi ritornate indietro sulle domande lasciate in bianco;
  • ai fini della classifica finale una domanda senza risposta inciderà meno di una con risposta sbagliata. Nei concorsi infatti, di qualsiasi tipo essi siano, per le risposte sbagliate è assegnata una penalità di - 0,25 mentre per le domande senza risposta 0 punti.
    Quindi rispondete se siete sicuri della vostra scelta e rischiate solamente se è espresso chiaramente che per ogni domanda errata o lasciata in bianco viene assegnato un punteggio pari a zero;
  • se per le prove scritte sono previste delle tracce a risposta aperta evitate di scrivere tanto. I commissari evitano di leggere integralmente le risposte di chi usa giri di parole per allungare la risposta, considerando questo espediente come un modo per non rispondere alla domanda. La risposta deve essere chiara e concisa, senza virtuosismi o inutili sproloqui;
  • dosate bene il vostro tempo. Dovete prevedere sempre un 10 minuti almeno di scarto per poter ricontrollare le risposte, rivedere le domande su cui non si è certi e prendersi un attimo di tempo per poter migliore il proprio testo scritto.
  • fate attenzione alle domande a trabocchetto. Spesso vengono inserite delle domande che sono scritte appositamente in modo contorto o presentano delle negazioni, che possono trarre in inganno il candidato. Fate attenzione, come per i quiz della patente alle domande che presentano parole del tipo: sempre, in ogni caso, non, giammai, in nessun modo e via di seguito. I 30 secondi in più che spenderete leggendo il quesito potrebbero regalarvi quei punti in più che servono per ottenere il posto.

Concorso infermieri: come superare la prova orale?

La calma è la virtù dei forti e nessuno lo sa meglio degli infermieri. In situazioni di emergenza gli infermieri devono essere veloci, pratici e non farsi prendere dall’ansia. Quindi i soliti consigli sul respirare, non agitarsi ed evitare di andare nel pallone sono del tutto inutili per questa categoria.

La prova orale si svolgerà davanti ad una commissione esaminatrice e dovrete mostrare tutta la vostra calma e il vostro sangue freddo per fare una bella figura sugli esaminatori. Come affrontare la prova orale nel migliore dei modi? Vediamo anche per questa prova qualche consiglio:

  • come per la prova scritta siate brevi e concisi, niente giri di parole o virtuosismi, potreste solo impappinarvi e fare una brutta figura davanti alla commissione. Ricordate che gli esaminatori sono molto più preparati di voi, dal punto di vista scientifico, ed hanno una maggiore esperienza, quindi non cercate di fare discorsi lunghi e contorti, potreste dare l’impressioni di non essere preparati sull’argomento richiesto;
  • evitate in ogni modo gli argomenti sui quali non siete sicuri. Spaziate il più possibile su ciò che vi rende tranquilli e sicuri, ma non cercate arrampicarvi sugli specchi, sarebbe la vostra rovina;
  • per la simulazione pratica delle manovre riflettete bene sulla pratica che avete svolto durante gli anni universitari, ricordate tutti i consigli e le ramanzine che vi hanno fatto i vostri superiori durante le ore di tirocinio in ospedale. Riflettere un paio di secondi prima di mostrare la manovra non vi farà essere meno sicure.

Concorso infermieri: come presentare la domanda?

Il concorso infermieri per lavorare all’interno di ospedali pubblici viene bandito con un concorso pubblico al quale tutti possono fare domanda. Successivamente alla chiusura del bando verranno stilate delle graduatorie, che solitamente si trovano sul sito dell’Ente che ha bandito il concorso, nelle quali si trovano i nomi degli ammessi.

Chi avrà i requisiti, sarà su questa lista e potrà partecipare agli scritti oppure verrà indicata la data della pre-selezione (nel caso in cui i richiedenti fossero tanti). In questo documenti oltre agli ammessi saranno indicati i luoghi, gli orari e le pratiche di svolgimento. Leggete bene il documento in ogni sua parte e portate una fotocopia di ogni carta richiesta. Fate attenzione ad ogni clausola, in modo da non sbagliare.

Concorso infermieri: quali le date del 2016?

Per quest’anno sono stati banditi più di un concorso e le scadenze per la presentazione della domanda si avvicinano. Il bando del Concorso di Bologna si è ormai chiuso e inizierà le valutazioni dal 24 maggio. Aperto ancora quello per Roma, fino al 04 giugno, dove sono banditi ben 20 posti nell’ospedale Umberto I.

A Torre del Greco sono invece stati banditi 4 posti e si potrà presentare domanda fino al 6 giugno. A Piacenza sono banditi altri 5 posti e le domande si possono presentare fino al 26 maggio. Nella stessa data scadono le procedure per provare a vincere uno dei 25 posti all’ospedale di Reggio Calabria, Bianchi Melacrino-Morelli.

Invece a Bari è stato riaperto fino al 23 maggio il bando di concorso per ben 199 posti per infermieri.

Iscriviti alla newsletter