Concorso esperti in rendicontazione e gestione: bando per 733 posti, chi può partecipare

Luna Luciano

16 Ottobre 2021 - 18:02

condividi

È stato indetto un nuovo concorso pubblico per 733 posti in rendicontazione e gestione. Il nuovo concorso per le regioni del Sud scade il 15 novembre. Ecco chi può partecipare.

Concorso esperti in rendicontazione e gestione: bando per 733 posti, chi può partecipare

È stato indetto un concorso pubblico per professionisti della rendicontazione. La Gazzetta Ufficiale ha infatti presentato un nuovo concorso pubblico che prevede l’assegnazione di ben 2.022 posti per molteplici categorie del personale non dirigenziale. Nello specifico saranno previsti 733 posti per funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE).

Gli aspiranti funzionari dovranno inviare la loro domanda di partecipazione entro e non oltre il 15 novembre, entro le ore 14. La richiesta potrà essere inoltrata solo ed esclusivamente tramite il modulo elettronico (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, dopo essersi accertati di aver effettuato il pagamento della quota di partecipazione di 10 euro. Il concorso prevede una prova scritta per selezionare i candidati, in base ai risultati sarà redatta una graduatoria.

Concorso per esperti in rendicontazione: 733 posti

Nel nuovo concorso pubblico saranno 733 i posti disponibili per la qualifica di funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo (codice FG/COE). Per queste cariche sono previste competenze in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, quindi alla loro gestione, monitoraggio e controllo, e supporto ai processi di rendicontazione, che potranno essere richiesti da diversi finanziatori. Il concorso è stato indetto per le Regioni del Sud e prevede che il totale delle assegnazioni sarà così diviso:

  • 74 unità per l’Abruzzo;
  • 40 unità per la Basilicata;
  • 94 unità per la Calabria;
  • 189 unità per la Campania;
  • 21 unità per il Molise;
  • 149 unità per la Puglia;
  • 88 unità per la Sardegna;
  • 78 unità per la Sicilia;

Concorso per esperti in rendicontazione: chi può partecipare

Potranno partecipare al concorso pubblico coloro che presenteranno la domanda e saranno in possesso dei requisiti previsti entro il 15 novembre.

Per poter partecipare, oltre a essere cittadini italiani, o di un altro Stato membro dell’UE, con un età non inferiore ai 18 anni, è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli accademici.

  • Laurea triennale (L): Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16); Scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18); Scienze economiche (L-33); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36);
  • Laurea magistrale (LM): Giurisprudenza; Scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63); Scienze dell’economia (LM-56); Scienze economico-aziendali (LM-77); Scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76); Finanza (LM-16); Servizio sociale e politiche sociali (LM-87); Relazioni internazionali (LM-52); Scienze della politica (LM-62); Scienze per
    la cooperazione allo sviluppo (LM-81); Sociologia e ricerca sociale (LM-88);
    Studi europei (LM-90).

Oltre al conseguimento di uno dei precedenti titoli di studio il candidato dovrà dimostrare di avere l’idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni previste, oltre a godere dei diritti civili e politici, di non essere stati esclusi dall’elettorato o di non essere stati destituiti o dispensati da un impiego in pubblica amministrazione per insufficiente rendimento. Le domande saranno accettate con riserva e saranno in seguito accertate e vagliate dalla commissione.

Concorso per esperti in rendicontazione: cosa prevede la prova

Il concorso pubblico per i 733 posti per esperti in rendicontazione e gestione prevede una prova scritta con 40 domande a risposta multipla, il tempo previsto per completarla è di 60 minuti e il punteggio massimo è di 30 punti.

Le domande verteranno sui seguenti specifici argomenti:

  • in normativa nazionale e comunitaria in materia di fondi strutturali con particolare riferimento alle attività di rendicontazione, monitoraggio e controllo dei progetti cofinanziati;
  • diritto amministrativo, con particolare riferimento a procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti anti-corruzione, codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50).

A seconda che la domanda sia corretta o meno verrà attribuito un punteggio diverso:

  • risposta esatta: + 0,75 punti;
  • mancata risposta: 0 punti;
  • risposta errata: -0,2 punti.

Concorso per esperti in rendicontazione: la graduatoria

La graduatoria finale sarà pubblicata sul sito del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri e sul sistema «Step-One
2019», sitoper concorsi e riqualificazione per PA. In caso di parità di merito sarà data precedenza ai mutilati e orfani di guerra o per il servizio pubblico o privato.

Iscriviti a Money.it