Concorso RAI: assunzioni per 90 giornalisti professionisti

Bando di concorso RAI per l’assunzione a tempo determinato nelle redazioni giornalistiche italiane aziendali di 90 giornalisti professionisti da inserire come Redattori. Di seguito i requisiti e le modalità di presentazione della domanda.

Concorso RAI: assunzioni per 90 giornalisti professionisti

Concorso RAI- Radiotelevisione Italiana SpA- volto all’assunzione di 90 giornalisti professionisti da destinare alle diverse redazioni giornalistiche aziendali RAI ubicate nelle regioni e province autonome italiane.

La RAI, che periodicamente assume personale da inserire nelle proprie sedi su tutto il territorio nazionale, ha attivato un nuovo concorso per l’assunzione a tempo determinato, con possibilità di successivo inserimento in azienda a tempo indeterminato, di 90 giornalisti professionisti.

Ti potrebbe interessare anche: Come diventare giornalista pubblicista.

I posti messi a concorso sono distribuiti in tutte le sedi giornalistiche italiane RAI, regioni e province autonome, e mirano all’assunzione di risorse da impiegare come Redattori a tempo indeterminato con successivo passaggio al contratto indeterminato nel caso in cui ci sia un positivo inserimento in azienda.

Il concorso, per titoli ed esami, è finalizzato alla realizzazione di una graduatoria regionale che la RAI utilizzerà per assegnare i vincitori alla sede scelta in fase di presentazione della domanda, e in base ai posti messi a bando.

Ogni candidato potrà infatti indicare in fase di domanda di partecipazione al concorso la sede, regionale o provinciale, per la quale concorrere; è possibile candidarsi per una sola sede. Le domande dovranno essere inviate entro e non oltre il 28 ottobre 2019.

Per le informazioni dettagliate si allega il bando di concorso in PDF in fondo alla pagina.

Concorso RAI: posti disponibili

Il concorso RAI è rivolto all’assunzione di 90 giornalisti professionisti da inserire come Redattori presso le sedi aziendali in tutta Italia, e con un iniziale contratto a tempo determinato che, in caso di inserimento positivo in azienda, è finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato.

I posti messi a bando sono distribuiti nelle regioni e/o province italiane come segue:

Regione/Provincia autonoma Posti a bando
Abruzzo 2
Basilicata 10
Bolzano 2
Calabria 10
Campania 7
Friuli Venezia Giulia 3
Liguria 5
Marche 5
Molise 7
Piemonte 2
Puglia 7
Sardegna 5
Sicilia 5
Trento 4
Umbria 4
Valle d’Aosta 9

I requisiti

Requisito indispensabile per la partecipazione al concorso RAI è l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti elenco Professionisti, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

Oltre a questo, i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Paese dell’UE o cittadinanza di Paesi non appartenenti all’UE, purché regolarmente soggiornanti in Italia;
  • non essere stati licenziati dalla RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A. o da un’altra Società del Gruppo per giusta causa o per giustificato motivo soggettivo;
  • non aver presentato la propria candidatura per due o più regioni o province autonome.
Ti potrebbe interessare approfondire: Cassa previdenziale giornalisti: i servizi.

Le prove di concorso

Il concorso RAI per l’assunzione di 90 giornalisti professionisti si articolerà in tre fasi:

  • prova preselettiva: prima fase di selezione, che si svolgerà in forma anonima, composta da un test a risposta multipla volto a valutare la conoscenza del candidato sulle tematiche di cultura generale e attualità (come specificato dal bando), e sulla specifica realtà territoriale per la quale si è fatta domanda. Completano la prova quesiti per la valutazione della lingua inglese.

La prova preselettiva è superata, come indicato dal bando, al raggiungimento di 20 punti su 100 che “ rappresentano i migliori classificati in tale prova nelle graduatorie regionali secondo la ripartizione territoriale indicata in calce all’Avviso (nel numero massimo pari a 3 volte il numero dei posti banditi su base regionale)”.

Il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non farà testo ai fini della formazione della graduatoria regionale finale per la quale si concorre. La selezione continuerà con le prove d’esame concorsuali così divise:

  • redazione di un testo giornalistico con: preassemblaggio delle immagini destinato alla TV su un argomento a carattere regionale scelto dalla Commissione (20 punti massimi); preassemblaggio audio destinato alla Radio su un argomento a carattere regionale, diverso dal precedente, scelto dalla Commissione (20 punti massimi); predisposizione di un progetto crossmediale (20 punti massimi); improvvisazione video su un tema di attualità tra quelli proposti dalla commissione, lettura di un testo per la TV e di una per la Radio (20 punti massimi).
  • colloquio: valutazione della conoscenza della lingua inglese, francese per i candidati della Valle d’Aosta e tedesca per i candidati di Bolzano (6 punti massimi); colloquio conoscitivo e di valutazione del candidato (9 punti massimi).

Graduatoria e titoli

La graduatoria terrà conto anche dei punteggi attribuiti ai seguenti titoli di studio, per un punteggio massimo di 5 punti:

  • laurea triennale, 1 punto;
  • laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento, 2 punti;
  • titoli rilasciati al termine di corsi di formazione in giornalismo dalle scuole di formazione al giornalismo riconosciute dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e validi per l’accesso alla professione giornalistica, 3 punti.

Le graduatorie regionali verranno formate tenendo conto del

  • punteggio ottenuto con le prove scritte, massimo 80 punti raggiungibili;
  • punteggio ottenuto in sede di colloquio, massimo 15 punti raggiungibili;
  • punteggio aggiuntivo per titoli, massimo 5 punti nel caso di raggiungimento della soglia minima, 57 punti su 95.

Il raggiungimento della soglia minima di 57 punti sui 95 raggiungibili consente l’ingresso in graduatoria che vedrà i candidati ordinati come segue:

  • candidati idonei vincitori;
  • candidati idonei non vincitori;
  • candidati non idonei.

Come fare domanda

Per partecipare al bando di concorso RAI per l’assunzione di 90 giornalisti professionisti con scadenza fissata al 28 ottobre 2019, è necessario presentare domanda online compilando il form nella sezione “Selezione giornalisti professionisti 2019” del sito RAI.

Si ricorda a coloro che intendono candidarsi che possibile inoltrare una sola domanda di partecipazione alle selezioni RAI.

Bando concorso RAI
In allegato il bando di concorso RAI per l’assunzione di 90 giornalisti professionisti

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Concorsi pubblici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.