Concimi e antiparassitari fai da te al 100% naturali

24 luglio 2020 - 21:01 |

Ecco concimi e antiparassitari fai da te, 100% naturali: per i veri amanti del green e per tutti coloro che di green hanno anche il pollice...

Concimi e antiparassitari fai da te al 100% naturali

Concimi e antiparassitari fai da te al 100% naturali e a costo zero, spesso anche derivanti da scarti alimentari. Sono i rimedi naturali, biologici, a venire in nostro aiuto per preservare le piante dei nostri balconi e giardini.

Ancora una volta la natura ci suggerisce la soluzione e, come sempre, basta osservarla per cogliere le idee che possono venire in nostro aiuto.

Concimi e antiparassitari fai da te al 100% naturali

Si possono preparare in casa ma anche trovare in commercio macerati, sotto forma di oli, spray, tritati o direttamente in natura, sono concimi e antiparassitari non chimici che aiutano la crescita delle nostre piante proteggendole dagli insidiosi insetti.

Pomodoro (antiparassitario)

Questa pianta è ricca di molecole vegetali come gli alcaloidi, che sono ottimi repellenti. Ideali per allontanare dalle piante, vermi e tarme. Il preparato derivante dalle sue foglie (ossia il decotto e l’estratto), una volta fatto macerare, protegge naturalmente le piante grazie alla sua tossicità, dagli attacchi di microorganismi e insetti parassiti.

Fondi di caffè (fertilizzante)

Ottima fonte d’azoto che generalmente siamo abituati a buttare nell’umido, si possono riutilizzare per rigenerare la terra o da aggiungere al compost diventando un ottimo concime organico. La polvere di caffè in questo caso è riciclata e anche utile.

Bucce di banana (antiparassitario/fertilizzante)

Ricche di sostanze minerali, come potassio, fosforo, calcio e sodio, forniscono nutrimento al suolo e le piante e sono un ottimo fertilizzante una volta disidratate e macinate. Sono anche un efficace antiparassitario naturale contro afidi e pulci. Basta infatti tagliare a pezzetti alcune bucce di banana e piantarle nella terra sotto la nostra pianta.

Salvia, menta e timo (antiparassitario)

Piante aromatiche indicate per allontanare, soprattutto dalle piante degli orti, gli insetti nocivi. Respingono in modo organico. Ad esempio, basta un rametto di salvia per respingere gli insetti più insidiosi.

Ortica (fertilizzante/repellente)

Ottimo fertilizzante che la nature ci regala e che ci ha procurato qualche irritazione alla pelle da bambini. L’ortica cresce spontaneamente e funge sia da antiparassitario che da fertilizzante. Il tutto, grazie all’acido formico che i peli urticanti delle sue foglie, contiene. Lasciata macerare, stimola e nutre naturalmente la crescita delle nostre piante e, allo stesso tempo, le difende da acari, larve, ragnetti.

Lievito di birra (fertilizzante/repellente)

Concime naturale, ideale soprattutto per favorire la fioritura della rose, grazie alla vitamina B contenuta. Il lievito di birra è anche un ottimo repellente, 100% green.

Gusci d’uovo (fertilizzante/repellente)

Repellente e anche concime. Destinati al secchio della spazzatura, sono una soluzione 100% riciclabile. Basterà infatti sminuzzarli o tritarli, per ottenere una perfetta barriera, attorno alla nostra pianta, per tenere alla larga insetti e lumache.

Assenzio (repellente)

Decotto o macerato, non importa. Resta sempre un fedele amico nella lotta tra gli altri insetti mosche, formiche e lumache.

Sapone di Marsiglia (repellente)

Con l’aggiunta di acqua e di olio di semi, questo preparato nebulizzato sulle foglie, tiene lontani afidi e cocciniglie, solo per elencarne alcuni. Rispetto a tutti i prodotti chimici, questa soluzione non fa correre il rischio di assuefazione. Quindi gli insetti non impareranno a resistervi. Sciolto in acqua, deve essere poi nebulizzato.

Peperoncino (repellente)

La sostanza (capsaicina) contenuta nelle sue bacche e nei suoi semi è perfetta per combattere i pidocchi delle piante. Pare infatti che non sia irritante solo per noi umani. Bene se frullato, mescolato ad acqua e poi spruzzato sulla zona che volete “bonificare”.

Letame (fertilizzante)

Concime per eccellenza valido per qualsiasi pianta. E’ da aggiungere al terreno o compostato. Quello derivante dagli animali, ha il più alto tasso di azoto. Chi possiede animali domestici sarà di certo avvantaggiato...

Bicarbonato di sodio (antiparassitario fungicida)

Il suo naturale potere disinfettanti e è ormai noto a molti e il suo utilizzo si presta per la pulizia, igiene, alimentazione e appunto la coltivazione. Fungicida preventivo, si deve sciogliere nell’acqua e poi nebulizzato sulle piante.

Aglio (antiparassitario)

Piantare alcuni bulbi di aglio ai piedi delle rose o altre piante, tiene naturalmente lontani tarli e coleotteri. Se proprio odiate i parassiti, potete anche provare a macerare alcuni pezzetti in acqua calda e poi spruzzarlo direttamente sulle piante.

Argomenti:

Ambiente

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories