Come si ottiene la legge 104? I passi da fare

La legge 104 va a certificare l’handicap di una persona. Per ottenere il riconoscimento del diritto, però, bisogna seguire un iter burocratico.

Come si ottiene la legge 104? I passi da fare

La legge 104 del 1992, o “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate” è la legge che prevede agevolazioni a coloro che sono riconosciuti come portatori di handicap a causa di minorazioni psichiche, fisiche o sensoriali che provochino oltre ad una difficoltà di apprendimento anche problematiche nelle relazioni e nell’integrazione lavorativa.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Salve, Vorrei iniziare il percorso per avere la 104 per mio suocero che da anni è affetto da depressione maggiore con frequenti ricoveri in quanto ha difficoltà a svolgere le normali attività quotidiana. Non so a chi rivolgermi. Non è ancora stato dichiarato invalido. A chi posso rivolgermi? Il medico di famiglia non mi ha dato una spiegazione chiara. Grazie”

Riconoscimento legge 104

Partiamo dal presupposto che il riconoscimento della legge 104 e dell’invalidità civile sono due cose completamente differenti. Mentre la legge 104, infatti, va a certificare l’handicap e, quindi, la situazione di svantaggio sociale di un soggetto, l’invalidità civile determina la riduzione della capacità lavorativa.

Fermo restando, quindi, che ad un invalido civile possa essere riconosciuta anche la legge 104, bisogna chiarire che per il riconoscimento della legge 104 la percentuale di invalidità civile è ininfluente.

Per vedersi riconoscere la legge 104 è necessario presentare apposita domanda all’INPS ed il primo passo per farlo è andare dal proprio medico curante con la documentazione che attesti le patologie attraverso relazioni mediche.

Il medico curante, attestate le patologie esistenti provvede a compilare la certificazione medica richiesta dall’INPS in cui descrive anche la diagnosi e lo stato di salute del richiedente. Il medico, poi, invia telematicamente all’INPS la certificazione.

Il richiedente deve, entro 90 giorni, compilare ed inviare all’INPS la richiesta di riconoscimento dell’handicap per essere chiamato ad effettuare una visita presso la commissione medica preposta che rilascia, infine, il verbale con il giudizio finale che può dichiarare il richiedente: non handicappato, con handicap, con handicap grave o con handicap superiore ai 2/3.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Legge 104

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

2095 voti

VOTA ORA