Come fotografare le stelle con lo smartphone: trucchi e app

Martino Grassi

3 Agosto 2021 - 18:10

condividi

Le stelle e le stelle cadenti si possono fotografare con lo smartphone? Ecco alcuni consigli e trucchi per scattare delle belle foto di notte e alcune applicazioni per ottenere degli scatti migliori.

Come fotografare le stelle con lo smartphone: trucchi e app

Con l’avvicinarsi della notte di San Lorenzo in molti si stanno chiedendo quale sia il modo migliore per fotografare le stelle cadenti, così da poter conservare sul rullino fotografico del proprio smartphone il ricordo di una delle notti più affascinanti dell’anno.

Le foto in notturna possono sembrare estremamente difficili da ottenere, ma seguendo alcuni consigli e aiutandosi con delle specifiche applicazioni sarà possibile ottenere degli ottimi risultati. Vediamo dunque come fotografare le stelle e le stelle cadenti con lo smartphone.

Come fotografare le stelle con lo smartphone: trucchi e app

Fotografare le stelle e le stelle cadenti con la smartphone, ottenendo dei buoni risultati, potrebbe sembrare una cosa complicata, tuttavia seguendo dei piccoli accorgimenti e qualche trucco è possibile scattare delle fotografie mozzafiato. Vediamo dunque come fare.

La prima accortezza da avere, anche se può sembrare scontato, è quella di scegliere la notte giusta, infatti non solo il cielo dovrà essere sgombro dalle nuvole, ma si dovrà controllare anche che non ci sia un’umidità eccessiva o la nebbia: questi fattori potrebbero andare ad intaccare la nitidezza della foto. Anche la scelta del luogo è di fondamentale importanza, scattare delle foto alle stelle con lo smartphone in città è praticamente impossibile, dato che la luminosità delle case e delle strade potrebbe mettere in ombra il bagliore delle stelle, per questo è meglio optare per luoghi isolati, come la spiaggia o la montagna.

Una volta raggiunto il punto prescelto si potrà fissare il treppiedi, indispensabile per catturare il momento giusto con la certezza di avere lo smartphone ben stabile, evitando quindi di scattare foto sfuocate. Per ridurre al minimo i movimenti dello smartphone si potrà anche attivare il timer, in modo da rendere quasi nullo il rischio di scattare foto traballanti. Sarà infine necessario riuscire a resistere al flash, che in foto notturne scattate da lontano darà come risultato un’immagine completamente nera, e lo zoom che se usato in modo eccessivo farà diminuire la qualità delle foto, rendendole sgranate. Con questi consigli e con tanta pazienza, in attesa del momento giusto e del passaggio delle stelle cadenti, si potranno ottenere delle bellissime foto.

Per scattare delle foto ancora più sorprendenti è possibile fare ricorso a diverse applicazioni presenti negli Store di Apple e Android, la maggior parte degli smartphone infatti non permette di regolare la velocità dell’otturatore e in questo possono venirci in soccorso le app che attraverso dei controlli manuali simulano questo effetto, permettendo di scattare immagini multiple in pochissimo tempo, ricreando un effetto simile alla lunga esposizione. Vediamo dunque quali sono le migliori.

Tra le migliori app per fotografare le stelle, compatibili con Android, troviamo:

  • Night Camera;
  • DeepSkyCamera;
  • Star Trails.

Passando invece a iOS le app da scaricare per fare delle ottime foto alle stelle sono:

  • Slow Shutter;
  • Average Camera;
  • Halide Mark II Fotocamera Pro.

Come fotografare stelle e luna con macchine fotografiche professionali e reflex

Nel caso in cui si avesse a disposizione una macchina fotografica professionale o una Reflex si potranno sperimentare ancora più effetti ottenendo degli scatti perfetti di stelle e stelle cadenti. Ecco alcuni consigli per delle foto perfette.

La prima cosa da fare è passare all’impostazione manuale in modo da poter avere un maggior controllo della macchina fotografica, dopodiché si dovrà selezionare la messa a fuoco all’infinito, questo permetterà di avere delle stelle estremamente nitide. Se vogliamo scattare delle foto alle stelle vedendole come puntini luminosi si dovrà scegliere un’apertura ampia, inoltre per avere delle foto stabili si dovrà impostare anche la velocità dell’otturatore su un massimo di 20 secondi. Allungando i tempi le stelle appariranno come delle scie luminose.

Per creare immagini più interessanti e contestualizzate è consigliabile inserire all’interno della foto delle stelle anche altri elementi, come il profilo di una montagna, un paesaggio, una o più persone o il riflesso di uno specchio d’acqua, come un lago o il mare.

Argomenti

# App
# Spazio

Iscriviti a Money.it