Com’è andato il Movimento 5 Stelle alle elezioni?

Giorgia Bonamoneta

5 Ottobre 2021 - 00:13

condividi

Come sta andando il “nuovo corso” del Movimento 5 Stelle? Le elezioni amministrative 2021 ne hanno tracciato un quadro.

Com'è andato il Movimento 5 Stelle alle elezioni?

Con il centrodestra impegnato a leccarsi le ferite di queste amministrative e il Pd che esulta per i risultati di Milano, Napoli e Bologna, il Movimento 5 Stelle deve fare i conti con un problema di dipendenza.

Infatti se fino a questo momento si era sempre dimostrato abbastanza forte da muovere le carte in tavola o di fare grandi numeri da solo, dopo anni di servizi i comuni sembrano aver voluto cambiare corso. Anzi, il vero cambio di corso, come ha detto anche Giuseppe Conte, non ha potuto influenzare davvero queste elezioni, ma in futuro chi può dire quanto Conte riuscirà a convincere gli italiani?

Intanto a Roma Virginia Raggi esce sorprendentemente bene dal ruolo di sindaca, anche dopo tante critiche e criticità, portandosi a casa (letteralmente) un dignitoso 19,70% circa.

Il Movimento 5 Stelle: risultati in linea con le previsioni

Non è un novità il risultato di queste amministrative per il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. L’ex premier parla chiaramente degli alti e un po’ meno chiaramente dei bassi del partito, ma è scontati dai risultati nei maggiori capoluoghi che il Movimento 5 Stelle è in bilico.

L’equilibrio tra lo “scomparire”, come ha dichiarato Giorgia Meloni e l’essere il partito in grado di traghettare voti verso il centrosinistra si giocherà tutto nei prossimi giorni prima del ballottaggio per la Capitale.

Amministrative 2021: risultati del M5S nei maggiori capoluoghi

Con gli scrutini ancora in corso è difficile tirare le somme, nel senso stretto del termine, della preferenza dei cittadini, ma appare chiaro, già dai primi andamenti, in che direzione queste amministrative stanno andando.

Il centrodestra ha già fatto mea culpa sul ritardo dei sostegni ai candidati, mentre il centrosinistra festeggia con ritrovato spirito. Il Movimento 5 Stelle si piazza nel mezzo, anche in questo caso in equilibrio, sia nei capoluoghi dove la coalizione con il Partito Democratico ha portato a un ottimo risultato, sia dove non si è trovato un accordo.

I risultati aggiornati alle 23.53:

  • Trieste, Richetti 2-4%
  • Roma, Raggi 21,1%
  • Napoli, Manfredi 64,12%
  • Milano, Sala 57,54%
  • Bologna, Lepore 62,19%

Il nuovo corso di Giuseppe Conte messo alla prova

Il nuovo corso del Movimento 5 Stelle, iniziato con la nomina turbolenta di Giuseppe Conte a leader dei pentastellati, ha dato dei risultati piuttosto soddisfacenti. È ancora preso sicuramente per tracciare una linea di comparazione, ma si può iniziare a immaginarne il corso.

È il tempo della semina, siamo appena partiti con un nuovo corso - ha commentato Giuseppe Conte in una conferenza stampa improvvisata - I dati confermano le potenzialità di questo nuovo corso”.

Ed è vero. Da tempo la parte più moderata del Movimento 5 Stelle chiedeva un’apertura al Partito Democratico per non lasciare spazio al centrodestra per avanzare. Le prove di Napoli e Bologna segnano un punto a favore di questa nuova prospettiva, di questo “nuovo corso” come lo chiama Conte.

Roma al ballottaggio: Virginia Raggi fuori dai giochi?

Inizialmente Conte aveva dato la sindaca uscente come sconfitta, una sconfitta dignitosa, ma pur sempre con quasi il 20% delle preferenze. Con il passare del tempo, con gli scrutini ancora in corso, la presenza di Raggi rimane ben ancorata alle percentuali del terzo posto, in lenta crescita.

Una sorpresa anche per lo stesso Movimento 5 Stelle, o almeno questa è l’impressione. Sul ballottaggio però Conte si è già espresso e ha lasciato ben più di uno spiraglio aperto per il Pd.

Iscriviti a Money.it