La Cina manda ancora in tilt i mercati: che succede oggi?

Violetta Silvestri

16 Settembre 2021 - 08:35

condividi

Mercati ancora in rosso in Asia, con la Cina protagonista nella spinta al ribasso. Tra il probabile default del colosso Evergrande e nuove strette normative sui casinò, gli indici asiatici soffrono.

La Cina manda ancora in tilt i mercati: che succede oggi?

Mercati oggi di nuovo in territorio negativo e Cina ancora sotto i riflettori: che succede nelle Borse asiatiche?

Gli indici vanno in rosso, con la crisi del debito del China Evergrande Group e l’ultima spinta di Pechino per tenere a freno le industrie private che stanno indebolendo il sentiment.

Le azioni scivolano in Giappone, Cina e Hong Kong, dove i titoli tecnologici sono nuovamente scesi. Le azioni del casinò di Macao hanno esteso le perdite mentre i funzionari stringono la presa sul centro di gioco d’azzardo.

Intanto, sale il petrolio e l’S&P 500 registra il balzo più grande da agosto durante la notte. Che succede oggi nei mercati?

Mercati oggi: le mosse della Cina affondano l’Asia

Alle ore 8.07 circa, il Nikkei giapponese scambia a -0,71% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai perdono rispettivamente l’1,51% e l’1,02%. Tonfo dell’1,98% a Hong Kong, mentre il Kospi oscilla e perde lo 0,54%.

Sul fronte cinese le acque finanziarie restano piuttosto agitate. Un’unità immobiliare onshore di Evergrande, lo sviluppatore più indebitato al mondo e una delle maggiori preoccupazioni finanziarie di Pechino, ha sospeso giovedì il trading di obbligazioni. Le autorità hanno iniziato a gettare le basi per una possibile ristrutturazione del debito del colosso.

Intanto, i titoli dei casinò stanno continuano il tonfo, dopo che Macao ha annunciato di voler revisionare - e sottoporre a maggiore controllo - le leggi che riguardano il gioco d’azzardo.

Le azioni dei più importanti titoli di gioco, che da sempre plasmano l’identità di Macao, hanno già perso 18,4 miliardi di dollari in valore di mercato combinato dalla notizia di possibili inasprimenti normativi.

Il terremoto cinese sui casinò si è esteso alle quotazioni negli USA: Wynn Resorts nella serata di ieri ha registrato una perdita record, come non accadeva da marzo 2020.

Wall Street guadagna: sentiment positvo

Durante la notte le azioni statunitensi hanno chiuso in rialzo, con l’aumento dei prezzi del greggio che ha spinto le azioni dell’energia.

Una serie di dati positivi, inoltre, ha supportato coloro che ritengono che la crescita nella più grande economia mondiale dovrebbe rimanere forte.

Il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,68%, l’S&P 500 ha guadagnato lo 0,85% e il Nasdaq Composite (.IXIC) è aumentato dello 0,82%.

Questo trend degli asset di rischio ha spinto il dollaro al ribasso durante la notte contro un paniere di altre principali valute.

I dati sui salari e sull’inflazione hanno suggerito che la Federal Reserve potrebbe impiegare del tempo prima di ridurre i suoi massicci acquisti di attività - che dovrebbero far crescere il dollaro - mentre “è improbabile che il lato negativo si sviluppi presto, con le preoccupazioni dell’impatto della variante Delta sulle prospettive di rimbalzo globale continuano a pressare, come sottolineato dai dati sull’attività di agosto più deboli in Cina”, secondo gli esperti di Westpac.

Intanto, negli USA anche l’agenda di Biden e le sue riforme rimangono al centro dell’attenzione. La più grande serie di aumenti delle tasse ha fatto un importante passo avanti mercoledì con l’ approvazione da parte della House Ways and Means Committee di $ 2,1 trilioni di nuovi prelievi principalmente concentrati sulle società e sui ricchi.

Argomenti

# Borse
# Asia
# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.