Chi è Xi Jinping, il potente Presidente cinese in visita in Italia

La carriera di Xi Jinping, leader indiscusso della Repubblica cinese in visita in questi giorni in Italia per la Nuova Via della Seta

Chi è Xi Jinping, il potente Presidente cinese in visita in Italia

Xi Jinping, Presidente della Repubblica Popolare Cinese, è in questi giorni in Italia per firmare con il premier Giuseppe Conte lo storico Memorandum d’Intesa sulla Nuova Via della Seta. Ma chi è Xi, e come è arrivato alla vette del potere della nazione cinese? Nonostante sia figlio di un compagno della prima ora di Mao Zedong, la carriera di Xi Jinping non è stata una rapida ascesa, ma una laboriosa e prudente scarpinata.

La carriera di Xi Jinping

Xi Jinping è figlio di Xi Zhongxun, una figura importante del Partito Comunista (fu anche vice primo ministro) che, però, si mostrava spesso critico nei confronti dello stesso. Attaccò apertamente le azioni del governo durante le vicende di Piazza Tenanmen, ma fu già durante la Rivoluzione Culturale (1966-76) che Xi padre perse definitivamente il favore del Partito e finì in carcere. In quel periodo Xi Jinping fu allontanato per prudenza nella provincia rurale di Shaanxi, dove lavorò per 6 anni in una comune agricola. Xi ricorderà con favore quel periodo, che gli permise di sviluppare buone relazioni (e doti comunicative), nonché credibilità agli occhi del popolo.

Fu solo nel 1974 che divenne ufficialmente membro del Partito, e l’anno successivo tornò a Pechino per frequentare l’Università di Tsinghua. Dopo la laurea in ingegneria chimica, lavorò come segretario di Geng Biao, vicepremier e ministro della Difesa. Fu Xi stesso a lasciare questa carica dopo sei anni, con una mossa inaspettata: decise di abbandonare Pechino e di fare carriera nelle province cinesi di Hebei prima, di Fujian poi.

Qui divenne vicesindaco di Xiamen, importante città portuale, e sposò la famosa cantante folk Peng Liyuan nel 1987. Nel 1995 ottenne la carica di vicesegretario del PCC nella provincia e, quattro anni dopo, governatore del Fujian. Le sue principali preoccupazioni furono la tutela dell’ambiente e la collaborazione con il vicino Taiwan.

Come Xi Jinping è diventato leader indiscusso della Cina

Nel 2002 si sposta nella provincia di Zhejiang, a Sud di Shanghai, sempre in qualità di governatore e successivamente anche di segretario. Qui si occupò di ristrutturare l’infrastruttura industriale della regione, in un’ottica di sviluppo sostenibile. Nel 2007, il colpo di fortuna: uno scandalo fra i vertici di Shanghai gli permette di ottenere la carica di segretario del Partito della città. Da qui in poi, la corsa fu rapida. Per un breve periodo s’impegnò a ristabilire la reputazione della città, ma già lo stesso anno fu selezionato come uno dei nove membri del Politburo, l’organo più potente della Cina.

Nel 2008 fu eletto vice presidente della Cina, ed era ormai certo che avrebbe preso il posto di Hu Jintao, che deteneva la carica di presidente ormai dal 2003. Nel 2010 Xi divenne vice presidente della potente Commissione Militare Centrale (CMC), nel 2012 segretario generale del Partito e presidente della stessa CMC. Il 14 marzo 2013 fu eletto Presidente della Cina.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Xi Jinping

Argomenti:

Cina Xi Jinping

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.