Chi è Roman Pastore, il candidato alle elezioni di Roma col “Rolex”

Elisa Corpolongo

05/09/2021

07/09/2021 - 15:48

condividi

La notizia sta facendo il giro del web tra commenti, polemiche e gossip; ma chi è Roman Pastore, il candidato alle elezioni di Roma col Rolex?

Il caso di Roman Pastore sta facendo impazzire i commenti sul web. Il 21enne candidato alle elezioni di Roma nella lista di Carlo Calenda e il suo orologio del valore di qualche decina di migliaia di euro danno parecchio da parlare.

Molti si sono scagliati contro o in difesa di Roman Pastore e della vicenda; ma chi è Roman Pastore, il candidato a Roma col Rolex?

Chi è Roman Pastore: le amministrative 2021 e il trend del Rolex

L’appuntamento con le elezioni amministrative di quest’anno si avvicina e la combinazione tra social network e campagna elettorale sta regalando un mix di gossip e polemiche che - per fortuna o purtroppo - dureranno giusto il tempo di diventare un trend.

Tra le polemiche e i gossip c’è il caso di Roman Pastore, presente tra gli altri nella lista Azione di Carlo Calenda. Il suo caso è finito proprio nel mirino delle persone su Twitter per via della messa in mostra di un orologio di un certo calibro, secondo i commenti un Rolex, in una delle foto postate sul web.

Il fatto, in abbinamento alla nomea di Carlo Calenda di essere definito un radical chic, è stata così commentata che la marca Rolex di orologi è finita come trend sul noto social network Twitter. Risultato: una valanga di commenti che immediatamente è diventata un “caso” sociale.

La vicenda di Roman Pastore: cosa è successo

Tutto è partito da un tweet che è comparso sul profilo di @colvieux con cui si prende in giro scherzosamente il candidato della lista di Carlo Calenda. Bisogna ricordare in tal senso, che Roman Pastore aveva partecipato alla scuola politica di formazione renziana.

Partendo da questo assunto, si ironizzava nel web sul fatto che proprio coloro che prendono in giro gli istitutori del Reddito di Cittadinanza, qualunque sia lo schieramento politico, siano gli stessi che possono permettersi di ostentare oggetti di particolare pregio e decisamente costosi.

Le precisazioni su Roman Pastore: il web si scatena

Il web quando inizia a commentare e invogliare il crearsi di nuovi trend ha sempre delle soluzioni geniali. Qualcuno ha fatto notare - forse a difesa del candidato, forse sempre con tono di ilarità - che la marca dell’orologio della discordia non è un Rolex, ma solo un Audemars Piguet, marchio comunque di un certo stile.

Il vero problema è che la foto di Roman Pastore e il suo orologio pregiato sono diventati motivi di scontro tra due fazioni: la libertà personale di indossare liberamente oggetti sfidando la così definita “invidia sociale” da un lato; e la rivendicazione politica di incongruenze portate avanti da persone abbienti che non conoscono che cosa siano la verità e la quotidianità della popolazione più povera dall’altro.

Tra polemiche e politica la verità è nel mezzo

Ognuno, comunque, rivendica l’acqua al proprio mulino. Quando si tratta di politica mescolata ai social ogni cosa diventa una notizia se si tratta di personaggi pubblici, specialmente quelli nelle liste elettorali.

La verità - intesa però come “giusta misura” - è spesso nel mezzo, tuttavia. Se da un lato l’attacco politico può avere una sua giustificazione, dall’altro ognuno ha diritto a difendersi dalle accuse. Nel frattempo, in attesa delle elezioni, si vedrà da quale parte questa vicenda avrà avuto peso e se lo avrà avuto.

Iscriviti a Money.it